Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Traffico internazionale di pannelli fotovoltaici e rifiuti speciali, indagato anche un anconetano

I pubblici ministeri Francesca De Renzis, Alessandra Converso e Mariateresa Orlando hanno notificato l'avviso di conclusione delle indagini nei confronti di 48 persone. Tra questi anche un 44enne residente nel capoluogo dorico

Sono 48 le persone indagate dalla Procura di Napoli per traffico illecito verso l'Africa di rifiuti speciali, in particolare di parti di veicoli e pneumatici, e ricettazione di pannelli fotovoltaici e batterie di ripetitori telefonici risultati provento di furto, per un valore commerciale complessivo di oltre 1,1 milioni di euro. I pubblici ministeri Francesca De Renzis, Alessandra Converso e Mariateresa Orlando hanno notificato l'avviso di conclusione delle indagini loro confronti. Tra questi anche un 44enne straniero, ma residente nel capoluogo dorico.

Secondo la Procura, gli indagati, a vario titolo, avrebbero partecipato al traffico verso l'Africa dal porto di Napoli sia di rifiuti speciali sia di pannelli fotovoltaici e batterie oggetto di furto. Una volta reperiti i materiali questi venivano depositati in containers e spediti con documentazione doganale falsa o nelle quali si attestava la provenienza lecita dei pannelli e delle batterie. Coinvolte anche aziende di demolizione di auto che smaltivano in questo modo i rifiuti.  Per tutti è arrivata la conclusione delle indagini preliminari ed ora potranno difendersi dalle accuse. 

ECCO CHI SONO TUTTI GLI INDAGATI

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico internazionale di pannelli fotovoltaici e rifiuti speciali, indagato anche un anconetano

AnconaToday è in caricamento