Traffico di cocaina tra Fabriano, Pesaro, Fermo e Perugia: 45 persone coinvolte

L'operazione è stata condotta dai Carabinieri della Compagnia di Fabriano, coordinati dal Capitano Benedetto Iurlaro. L'indagine è partita agli inizi del 2009 a Sassoferrato

Il Capitano Benedetto Iurlaro

I Carabinieri della Compagnia di Fabriano, coordinati dal Capitano Benedetto Iurlaro, hanno portato alla luce un traffico di cocaina nel fabrianese e nelle di province di Pesaro, Fermo e Perugia, con una maxi operazione che ha coinvolto quarantacinque persone fra cittadini italiani, macedoni e albanesi, che dovranno rispondere a vario titolo di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, spaccio, estorsione, ricettazione e favoreggiamento personale.

L’INDAGINE. L’indagine è partita agli inizi del 2009, quando i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Fabriano avviarono una meticolosa attività investigativa volta a smantellare un grosso giro di cocaina tra Fabriano, Sassoferrato, la provincia di Pesaro e Perugia, partendo da un normale controllo ad un cittadino macedone residente in città. Nel corso delle perquisizioni i militari trovarono oltre 200 grammi di cocaina che l'uomo aveva – verosimilmente – acquistato in Toscana. Da quel momento  l’indagine è stata formalmente accreditata.

E’ iniziato, così, un lungo percorso – durato oltre 4 anni – che ha portato inizialmente a cinque arresti in flagranza di reato e poi, al termine di lunghe indagini nel corso delle quali è stato ricomposto il puzzle sul traffico delle sostanze stupefacenti in città, sono state ben 90 le persone segnalate.
Il giro che ne è emerso, alla fine, vede il coinvolgimento di 45 persone, di cui 13 straniere, accusate -  a vario titolo – di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, di spaccio – in concorso - di stupefacenti, di estorsione, ricettazione e favoreggiamento personale.

Un grosso giro di cocaina, dunque, concentrato soprattutto in città, con diramazioni nei comuni limitrofi, nella provincia di Pesaro, a Fermo e Perugia. Difatti, delle 45 persone coinvolte, ben 30 sono residenti a Fabriano città o paesi limitrofi.

ESTORSIONE. A corollario del grosso giro di droga, gli uomini dell’arma hanno anche portato alla luce alcuni episodi di estorsione ai danni di alcuni indagati, ai quali – ad opera di altre persone coinvolte nel “giro” – è stata sottratta l’auto come corrispettivo di una partita di droga non pagata. Ma c’è di più. Nel contesto sono stati anche segnalati alcuni soggetti per favoreggiamento personale, i quali, nel tentativo di escludere le responsabilità di alcuni coindagati, hanno coperto la loro l’attività criminale.

Il dossier è stato consegnato alla Procura della Repubblica di Ancona, e il PM titolare delle indagini ha confermato l’operato dei militari.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento