Cronaca Torrette / Via Conca

Quartiere soffocato dal traffico, via tutti i semafori e nuove rotatorie in arrivo

Il sindaco e l’assessore ai lavori pubblici hanno illustrato le misure previste per la nuova viabilità del quartiere sempre più soffocato dal traffico

Foto di repertorio

La nuova viabilità di Torrette non passa solo per l’ultimo miglio, ovvero la nuova strada di collegamento tra la variante alla Statale 16 e la Flaminia fino al by pass della Palombella. Nei progetti del sindaco uscente Valeria Mancinelli ci sono altre opere tra cui due rotatorie: la prima all’altezza della confluenza tra via Metauro e via Conca e la seconda all’incrocio tra via Conca e via Flaminia, a cui si aggiungono un sovrappasso tra il parcheggio gratuito di via Metauro e l’ospedale di Torrette e un sottovia carrabile e pedonale su via Esino che sottopassa via Conca. 

A illustrare le nuove misure per la viabilità del quartiere è stata la stessa Mancinelli insieme all’assessore ai Lavori Pubblici Paolo Manarini in una conferenza stampa: «Si tratta di opere fondamentali – ha spiegato la Mancinelli – pensate per restituire vivibilità al quartiere di Torrette, riducendo al minimo l’impatto ambientale. La fattibilità della nuova arteria porto – Variante SS16 è al vaglio dell’Anas, che si farà carico della sua realizzazione. E’ovvio che la tempistica non sarà immediata, ma riteniamo che l’ipotesi di tracciato indicata dal Comune sia la soluzione più fattibile e sostenibile economicamente per collegare il porto all’autostrada senza dover spianare le case. Nel frattempo, per alleviare il peso del traffico che sta mettendo a dura prova gli abitanti di Torrette, abbiamo messo in agenda una serie di interventi mirati ad alleggerire la viabilità su via Conca e contrastare la pressione sul quartiere».  

I dettagli del progetto

Scendendo nei dettagli, la strada di collegamento con il porto s’innesterà sulla Flaminia passando dietro l’ospedale di Torrette, per poi proseguire, attraverso due gallerie e un tratto in trincea, fino alla variante alla SS16- località Taglio di Barcaglione su una rotatoria in sostituzione dell’attuale svincolo. Lungo la Flaminia, dunque, allargata a seguito della rettifica della linea ferroviaria che si sposterà di verso il mare, convivrebbero due strade distinte e separate da una fascia verde: una dedicata alla viabilità cittadina verso Torrette, nella zona dove attualmente corrono i binari, e l’altra nell’attuale Flaminia, destinata a diventare il nuovo percorso di collegamento del porto alla grande viabilità. Nell’attesa degli sviluppi per la realizzazione dell’opera, la Mancinelli ha in programma una serie di interventi tra cui, appunto, l’eliminazione di tutti i semafori, sostituti da rotatorie, sottovia e sovrappassi. Una prima rotatoria, con corsia d’ingresso all’ospedale, è prevista alla confluenza tra via Metauro e via Conca. La sua realizzazione consentirà, a chi arriva da nord, di accorciare il tragitto per raggiungere la cittadella sanitaria regionale, ma anche di entrare direttamente nel parcheggio gratuito di fronte all’ospedale e di immettersi su via Metauro, attraversando così il quartiere senza dover necessariamente transitare su via Conca. Previsto in oltre il sovrappasso tra il parcheggio di via Metauro e l’ospedale, il cui progetto definitivo è già stato approvato, per un importo complessivo di 645 mila euro, insieme al sottovia alto tre metri, sia carrabile che pedonale, su via Esino per riconnettere le due zone di Torrette oggi separate da una strada di scorrimento, mediante attraversamenti in tutta sicurezza. Per l’opera è stato realizzato uno studio di fattibilità, effettuato dopo accurati accertamenti, quali ispezioni della rete idrica sotterranea e indagini con il georadar per localizzare i sottoservizi. Il suo costo dovrebbe aggirarsi intorno al milione di euro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quartiere soffocato dal traffico, via tutti i semafori e nuove rotatorie in arrivo

AnconaToday è in caricamento