Cronaca

Aveva manomesso il dispositivo antinquinamento, tir fermato e camionista nei guai

La Polizia scoperto una grave manomissione alla strumentazione antinquinamento da parte di un tir di nazionalità italiana

ANCONA - Ieri mattina, pressi del casello autostradale di Ancona Nord dell’A14, la Polizia scoperto una grave manomissione alla strumentazione antinquinamento da parte di un tir di nazionalità italiana. La pattuglia, insospettita da un’anomalia della centralina elettrica del veicolo, ha effettuato un’attenta ispezione, in particolare del dispositivo antinquinamento denominato ADBLUE, che è adibito all’abbattimento delle emissioni inquinanti dei motori diesel e contiene un additivo liquido, obbligatorio in base alle leggi comunitarie antinquinamento, e che deve essere versato in un serbatoio dedicato per poi essere miscelato con il carburante diesel.

Gli operatori hanno trovato un emulatore ADBLUE-OBD, applicato nella presa OBD del trattore stradale, che illecitamente segnalava la presenza dell’additivo citato, in realtà mancante. Pertanto, gli operatori hanno proceduto al sequestro del dispositivo illegale, applicando una sanzione pecuniaria di 431 euro ed il contestuale ritiro della carta di circolazione per l’eventuale sospensione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva manomesso il dispositivo antinquinamento, tir fermato e camionista nei guai

AnconaToday è in caricamento