Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Bastoni e passamontagna per aggredire la tifoseria avversaria: 5 daspo agli ultras. Niente stadi per 29 anni

Il provvedimento è stato convalidato dal gip. Ad emetterlo è stato il questore dopo l'incontro Ancona-Perugia del 5 novembre. Banditi loro tutti i luoghi sportivi 


ANCONA – Niente più stadi per 29 anni a cinque ultras dell'Ancona calcio. Il gip del tribunale dorico ha convalidato i daspo emessi dal questore Cesare Capocasa in occasione della partita del 5 novembre scorso Ancona-Perugia. 
Durante le fasi di afflusso delle tifoserie, un gruppo di tifosi locali si era radunato vicino al centro commerciale Lidl, in via Grandi, alla Baraccola, in attesa della tifoseria ospite, che sarebbe transitata poco dopo. Privati cittadini, abitanti nelle vicinanze, avevano segnalato al 112 la presenza del nutrito gruppo di persone, con abbigliamento scuro. Molti di loro con volto travisato. La polizia era andata sul posto con il servizio d'ordine e aveva individuato il gruppo sequestrando bastoni in plastica, passamontagna, fumogeni. Gli agenti avevano fermato e identificato alcuni tifosi, in atteggiamento di sfida, mentre si radunavano al centro della via impedendo la circolazione del traffico veicolare e pedonale. In assetto di difesa la polizia si era schierata lungo la via e dopo alcuni minuti di tensione i facinorosi si sono allontanati a bordo di varie autovetture.

Grazie alle immagini registrate sono stati successivamente identificati e denunciati dalla Digos 5 ultras. I soggetti, colpiti dai provvedimenti sottoposti a convalida, non potranno accedere alle manifestazioni sportive per 29 anni totali, in quanto già colpiti da provvedimenti analoghi. «Esprimo il mio personale compiacimento per le convalide del gip – commenta il questore - che confermano l’unità di intenti con la locale autorità giudiziaria. Le manifestazioni sportive, in particolar modo quelle calcistiche, non possono divenire alibi per commettere fatti che minano l’ordine e la sicurezza pubblica della nostra provincia. Continueremo a
gestire i servizi per garantire la sicurezza dei tifosi ma colpiremo sempre chi tenta di
utilizzare la passione per una squadra per giustificare condotte violente e/o incivili».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bastoni e passamontagna per aggredire la tifoseria avversaria: 5 daspo agli ultras. Niente stadi per 29 anni
AnconaToday è in caricamento