Il palazzo è agibile ma i residenti hanno paura: «Ce ne andiamo comunque»

Oggi i sopralluoghi dei tecnici sono proseguiti in Corso Amendola e Viale della Vittoria. Quattro gli edifici controllati, entrando nelle case di chi ha ancora vivo il terrore

Il sopralluogo dei vigili del fuoco

Il palazzo è stato dichiarato agibile ma i residenti se ne voglio andare. E' ancora viva la paura dopo il forte sisma che ha colpito duramente la nostra Regione. Ieri vi avevamo parlato dei due stabili in via Vallemiano, che i tecnici della Protezione civile avevano dichiarato inagibili, con 28 famiglie che erano rimaste senza casa. Oggi i sopralluoghi dei tecnici sono proseguiti in Corso Amendola e Viale della Vittoria. Quattro gli edifici controllati, entrando nelle case di chi ha ancora vivo il terrore. I due appartamenti di Corso Amendola (59 e 61) ed i due del Viale della Vittoria (36 e 38) sono stati dichiarati agibili, nonostante ci siano evidenti lesioni a livello strutturale, che però non sarebbero così gravi da determinare il rischio di crolli. Diversa la reazione dei residenti alla notizia. C'è chi vuole rimanere come Marco Sebastiani: «Io sto qui e non saprei dove andare. Succeda quel che succeda» e Giampaolo Milzi.: «Resto perchè non c'è un ordine di evacuazione, ci sono lesioni ma non così gravi da giustificare l'abbandono dell'edificio». Chi invece si dividerà con la propria famiglia, come Johnny M.: «Io e mia moglie restiano, mio padre e mia sorella invece se ne andranno». Altri invece scelgono di partire, come Milo Sebastiani: «Ho un figlio di 15 anni. Nonostante l'agibilità non me la sento di dormire in casa. Andrò in macchina».

GiampaoloMilzi«Ci sono evidenti lesioni che sono normali dopo quello che è successo - analizza il tecnico geometra dei vigili del fuoco - Criticità strutturali urgenti non ci sono. Non è la stessa situazione di Vallemiano. Se le criticità fossero state evidenti sarebbero state fatte evacuate. Non sono evidenti criticità strutturali, ci sono lesioni che non giustificano prendere immediati provvedimenti come fare allontanare le persone. Ci sono lesioni importanti da sanare, ma non ci sono criticità strutturali. La gente può decidere se rimanere o meno. Non c'è una imposizione. Il Comune sta organizzando il censimento di tutte le strutture, che è una situazione sommata anche ad altre situazioni del genere. Tra ieri ed oggi sono stati fatti 200 interventi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

Torna su
AnconaToday è in caricamento