Terremoto, Ugl: «Tenere alta l'attenzione contro la criminalità»

L'intervento del segretario nazionale Paolo Capone sulla situazione marchigiana: «Ripartire speditamente con le opere»

«Nelle zone colpite dal sisma è ormai improcrastinabile porre in essere una serie di interventi indirizzati per la ricostruzione delle infrastrutture, nella consapevolezza che occorre tenere alta la guardia nei confronti della criminalità sempre pronta a infiltrarsi negli appalti». Lo ha affermato oggi in una nota il Segretario Generale dell’UGL Paolo Capone, riguardo l’accordo firmato tra Procura Nazionale Antimafia, Struttura di Missione per la prevenzione e contrasto antimafia sisma, Commissario straordinario, Procure e Prefetture regionali, alla presenza del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Vito Crimi e del Procuratore Nazionale Antimafia Federico Cafiero De Raho.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Il sindacato rappresenta un baluardo contro la criminalità di ogni tipo e l’UGL è in prima fila nella lotta alle mafie, nella consapevolezza che combatterle significa ridare ossigeno ai settori economici in crisi per avviare quel piano di opere pubbliche locali di cui ha urgente bisogno il territorio marchigiano già colpito duramente dal terremoto 2016», ha concluso Capone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento