menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le scuole Ferrucci dell'Istituto Novelli Natalucci

Le scuole Ferrucci dell'Istituto Novelli Natalucci

Rischio crolli, le scuole Ferrucci sono inagibili: ma le lezioni continuano

Ad affermarlo è Fabrizio del Gobbo, dirigente nazionale di Fratelli d'Italia. A causare danni alla struttura il terremoto del 24 agosto scorso. Questa la situazione

«Le scuole Ferrucci sono inagibili ma con gli studenti dentro». Ad affermarlo è Fabrizio del Gobbo, dirigente nazionale di Fratelli d'Italia. Dunuqe sono le scuole Ferrucci, e non le Pascoli come era stato affermato in un primo momento, ad avere dei danni a seguiro del terremoto del 24 agosto scorso. L'inagibilità della scuola  sarebbe stata riscontrata durante un rilevamento del 6 settembre, da parte del servizio sismico nazionale. «Nella dettagliata scheda di rilievo – continua Fabrizio Del Gobbo – si legge tra le altre valutazioni “sconnessioni del solaio del pavimento del 3° piano, fessurazioni e distacchi di muratura, abbondanti fessurazioni sul soffitto, pericolo di crolli, si ritiene necessario procedere alla verifica delle parti ammalorate e alla riparazione” in più si precisa che il sopralluogo è stato svolto con la finalità di riscontrare danni conseguenti al sisma del 24 agosto». La scheda dei tecnici dichira quindi l'inagibilità dell'istituto, che però nell'ultimo mese è rimasto aperto, con le lezioni che sono regolarmente proseguite

«La gravità della negligenza è inaccettabile - conclude Del Gobbo - e non scusabile in alcun modo; è stata e si sta consapevolmente mettendo a rischio quotidiano la sicurezza, per non dire la vita, dei ragazzi e del personale della scuola Ferrucci. Altro che sciatteria e inefficacia, qui si tratta di folle irresponsabilità per la quale sarà bene, utile e necessario che intervenga la Procura della Repubblica come già in altra occasione. Se le schede di valutazione sono pubbliche e di facile consultazione per tutti, pubblicate proprio sul sito del Comune, viene da chiedersi come sia possibile che tra Sindaco, Assessori, Ufficio Tecnico e quant’altro nessuno ma proprio nessuno abbia dato almeno una letta alla relazione e provveduto conseguentemente. Un comportamento gravemente e colpevolmente omissivo che, considerati i drammatici eventi sismici ultimi, non ha prodotto ben più tragiche conseguenze».

IN ALLEGATO LA SCHEDA DI RILEVAMENTO DEL DANNO

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento