Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Jesi

Jesi, ondata di solidarietà per i terremotati: raccolta beni ai giardini pubblici

I cittadini hanno manifestato tutta la loro vicinanza alla popolazione colpita dal terribile sisma del 24 agosto, prendendo d'assalto i giardini pubblici della città

JESI - Un'ondata di solidarietà, da tutta la Vallesina, ha travolto i giardini pubblici della città. Si sono presentati in tanti davanti allo chalet "Lo Sbarello", per dare una mano alla popolazione gravemente colpita dal terribile sisma del 24 agosto. Per tutta la giornata di ieri (giovedì) i volontari hanno riempito gli scatoloni di beni di prima necessità e generi alimentari. 

Sono stati circa 50 i volontari presenti nella zona, che hanno coordinato l'intera raccolta e riempito circa 15 furgoni, pronti per partire verso le zone terremotate. Intanto il Comitato Operativo Regionale ha lanciato a tutti i gruppi comunali, il messaggio di bloccare l'invio degli aiuti, finchè non sarà disponibile un magazzino per stipare le donazioni. Sito da ricercare nei pareggi delle tendopoli, allestite ad Arquata ed Amatrice, che abbiano tutti i requisiti antisismici.

RACCOLTA BENI AD ANCONA E FALCONARA

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jesi, ondata di solidarietà per i terremotati: raccolta beni ai giardini pubblici

AnconaToday è in caricamento