Terremoto, centinaia di scosse nella notte: gli sfollati potrebbero essere 100mila

Una notte lunga dove paura e freddo l'hanno fatta da padrone. Centinaia le scosse "minori", la più forte alle 4.27 di magnitudo 4.2

La notte è stata lunga e fredda. Per ora impossibile dimenticare quella lunga e vertiginosa oscillazione: l'Italia interna, quella più bella, dei borghi e delle basiliche, "si è sbriciolata" in pochi secondi. Quella di ieri è stata la scossa più violenta che il Paese ricordi dal 1980, quando l’Irpinia venne devastata da un terremoto di magnitudo 6.9. Se allora il tributo di vittime fu enorme, il bilancio oggi fortunatamente è "solo" di alcune decine di feriti. Il terremoto 6.5 sulla scala Richter ieri alle 7 e 40 di mattina ha fatto tremare la stessa zona già colpita al cuore dal terremoto del 26 ottobre. L’epicentro viene localizzato tra le province di Macerata, Perugia e Ascoli Piceno, a 5 km da Norcia. 

SCOSSE NELLA NOTTE - Numerose le scosse avvertite nella notte tra domenica e lunedì nella zona di Norcia: la più forte di tutte, di magnitudo 4.2, è stata registrata alle 4:27 dai sismografi dell'Ingv. In tutto circa 200 le scosse registrate dalle 20 di ieri sera a questa mattina. Ora è emergenza sfollati.

SFOLLATI. Sono decine di migliaia gli sfollati nelle Marche, dopo la violenta scossa del 30 ottobre. E' questo il dato aggiornato nel tardo pomeriggio di domenica dalla Protezione civile. «Il numero degli sfollati è raddoppiato rispetto all'inizio del sisma - commenta il presidente della Regione Luca Ceriscioli - ed è variabile visto che ancora dobbiamo considerare chi è in casa e dovrà uscire e chi viceversa potrà rientrare. Sarà una notte molto difficile. Ci sono stati motli danni e ci sono persone molto preccupate». Ad Ancona il Comune ha allestito un centro di accoglienza al Palaindoor in via della Montagnola. Cento i posti letto disponibili. In via Vallemiano 28 famiglie sono rimaste senza casa, dopo che i tecnici comunali hanno dichiarato inagibili i loro appartamenti. A Fabriano i circa 600 sfollati hanno passato la notte negli impanti sportivi e su un convoglio ferroviario messo a disposizione da Trenitalia. In totale nelle zone colpite dal sisma, ci potrebbero essere circa 100mila sfollati.

L'INRCA DI ANCONA, IL GIORNO DOPO
TRUFFE, IN AZIONE I FINTI TECNICI
NELLE MARCHE 25MILA SFOLLATI
VIDEO - DENTRO GLI APPARTAMENTI INAGIBILI
VIDEO - LA SPACCATURA DELLA MONTAGNA
CONTROLLI ALLE DIGHE
LA PRIMA SCOSSA, MAGNITUDO 6.5
ANCONA, RIUNITO IL COC
SOSPESI GLI EVENTI

ACCOGLIENZA, APERTO IL PALAINDOOR
JESI, CHIUSE LE SCUOLE
SCOSSA DELLE 13.07
LE DICHIARAZIONI DI RENZI
CHIESA INAGIBILE, LA MESSA ALL'APERTO
ANCONETANI IN STRADA:  I PUNTI DI RACCOLTA
TERREMOTO, DANNI ALL'INRCA
FORTE SCOSSA, MAGNITUDO 6.5
JESI, CROLLI A SAN GIUSEPPE
ESTRATTI VIVI DALLE MACERIE

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento