Gli sfollati di Arquata tornano in tendopoli, Protezione Civile: "Al momento no feriti"

Difficoltosi i soccorsi nell'area del maceratese collegata all'epicentro per motivi metereologici, ma anche perché i comuni di Visso, e Castelsantangelo sul Nera sono senza luce elettrica e completamente al buio

La mappa

Le Marche tornano nel terrore del terremoto dopo la scossa sismica avvertita alle 19:11 di magnitudo 5.4 con epicentro nella provincia di Macerata, precisamente a pochi chilometri dal comune di Castelsantangelo sul Nera. A pochissimi chilometri proprio da Pescara del Tronto, dove il terremoto del 24 agosto ha distrutto l'intera frazione di Pescara. Proprio lì, è tornato il terrore e gli sfollati rimasti in zona, sono tutti  tornati subito nelle zone più sicure e cioè nell'area della tendopoli in frazione Borgo. Nel frattempo la Protezione Civile delle Marche e i Vigili del Fuoco stanno monitornando le frazioni di Arquata del Tronto.

Difficoltosi i soccorso nell'area del maceratese collegate all'epicentro per motivi metereologici, ma anche perché i comuni di Visso, e Castelsantangelo sul Nera sono completamente senza luce elettrica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • I rifugi di montagna più belli delle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento