Terremoto, dopo la scossa nuovi controlli alle dighe marchigiane

I monitoraggi continueranno anche nei prossimi giorni ed i risultati verranno trasmessi immediatamente al Servizio Dighe di Perugia

Diga Gerosa

Dopo la forte scossa di terremoto di questa mattina alle 7,41, immediato è scattato l'allarme per il controllo delle dighe marchigiane. Gerosa e San Ruffino per prime e subito dopo Castreccioni di Cingoli, Rio Canale e Mercatale. Nessuna anomalia è stata registrata. I monitoraggi continueranno anche nei prossimi giorni ed i risultati verranno trasmessi immediatamente al Servizio Dighe di Perugia. Non si esclude che in settimana vengano rinnovate anche le visite ispettive del Ministero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

Torna su
AnconaToday è in caricamento