menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Crolli in un palazzo

Crolli in un palazzo

Terremoto, nelle Marche coinvolti 112 Comuni: 235 le zone rosse

La Regione intanto ha iniziato i pagamenti, in particolare per il contributo di autonoma sistemazione, per gli alberghi e per gli interventi legati al terremoto

Proseguono senza sosta i sopralluoghi ed aumenta la conta dei danni, dopo l’ultima scossa che ha messo in ginocchio la nostra Regione. Ad oggi nelle Marche sono 112 i Comuni coinvolti dal sisma: 53 nel Maceratese, 26 nel Fermano, 25 nel Piceno e 8 nell’Anconetano. 235 le zone rosse delimitate perché a rischio crolli. Le sedi municipali inagibili sono in tutto 43: 25 nella provincia di Macerata, 2 in quella di Fermo, 16 in quella di Ascoli Piceno. Dopo i controlli effettuati questa mattina salgono a 37 le scuole inagibili: 22 nella provincia di Macerata, 5 in quella di Fermo, 10 in quella di Ascoli. Cresce anche il numero delle attività produttive inagibili, ben 541 di cui 506 nel Maceratese, 5 nel Fermano, 26 nel Piceno e 4 nell’anconetano.

Gli assistiti sul posto (palestre, scuole, palazzetti) sono 13.629 (9.958 Mc; 158 Fm, 2.227 Ap; 1.286 An), negli alberghi sono 6066 (4.366 Mc; 53 Fm; 1.547 Ap; 100 An) mentre chi ha trovato una sistemazione autonoma sono 5303.
A questi si aggiungono 13.450 persone che preferiscono dormire in auto o da parenti e amici per paura di una nuova scossa (11.682 Mc; 1.760 Fm; 8 Ap). La Regione intanto ha iniziato i pagamenti, in particolare per il contributo di autonoma sistemazione, per gli  alberghi e per gli interventi legati al terremoto

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento