Il terremoto uccide il turismo: -50% nel Centro Italia colpito dal sisma

L'effetto "panico" ha bloccato i turisti: agriturismi vuoti per Pasqua, prenotazioni al palo nelle strutture ricettive "verdi" di Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio

A Pasqua e Pasquetta le stutture ricettive di Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio continueranno a fare la conta delle perdite dovute al terremoto del Centro Italia. Turisti bloccati dall'effetto "panico" generato da un sisma infinito che ancora oggi ha scosso la zona di Amatrice

Nonostante la maggior parte delle 3.852 aziende agrituristiche presenti nelle 4 regioni si trova in aree lontane dal cratere, ora il turismo verde che valeva un fatturato annuo da 173 milioni di euro negli agriturismi dell'Appennino, segna un crollo verticale delle presenze, con i flussi turistici diminuiti fino al 50% anche nelle zone non colpite e nonostante il 95% delle strutture in perfetta efficienza.

L'impietosa fotografia scattata da Turismo Verde, l'associazione agrituristica della Cia-Agricoltori Italiani, durante la sua Assemblea nazionale: "La rinascita del Centro Italia passa anche per le imprese agricole e agrituristiche che sono fondamentali per garantire la tenuta del tessuto socio-economico di queste zone del Paese, soprattutto delle aree interne. Per questo, l'organizzazione chiede alle Istituzioni di promuovere al piu' presto una campagna di sensibilizzazione per riportare le persone nelle regioni colpite dal sisma e rilanciare il turismo rurale, non solo con spot pubblicitari ma anche attraverso misure incentivanti come sgravi fiscali o "sconti famiglia".

Numeri di una situazione drammatica. Sono 2.450 le strutture agrituristiche nelle Province colpite dal terremoto che registrano mancati introiti per 33 milioni di euro. Ancora più grave la perdita economica per gli agriturismi che si trovano all'interno del cratere del sisma: 655 aziende che, tra danni e assenza di guadagni, hanno già visto sfumare circa 12 milioni di euro dal 24 agosto a oggi.

L'ARTICOLO DI TODAY.IT

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento