Terremoto, da McDonald's Italia 470mila euro per la ricostruzione di Arquata del Tronto

I fondi, raccolti negli scorsi mesi con l'iniziativa "Olive all'ascolana solidali", saranno utilizzati per la riqualificazione di aree sportive e ricreative

Si è tenuta oggi ad Ascoli Piceno, presso il ristorante McDonald’s di via dei Borghi, la presentazione del progetto di riqualificazione di aree sportive e ricreative presenti nel Comune di Arquata del Tronto e realizzato con il contributo diMcDonald’s. L’appuntamento si è svolto alla presenza di Luca Ceriscioli, Presidente della Regione Marche, Aleandro Petrucci, Sindaco di Arquata del Tronto e Dario Baroni, Chief Marketing Officer di McDonald’s Italia.

Il progetto presentato è il risultato di un’iniziativa solidale promossa da McDonald’s nei mesi di novembre e dicembre 2016, in collaborazione con il Comune di Arquata del Tronto. L’azienda ha infatti donato 1 euro per ogni porzione di olive all’ascolana acquistata nei ristoranti, a favore della ricostruzione del comune marchigiano. Il successo del progetto ha superato le aspettative: sono stati raccolti 470.000 euro. Questi fondi saranno utilizzati per la realizzazione di un nuovo campo sportivo polifunzionale dotato di un poliambulatorio e di aree verdi attrezzate nella frazione di Borgo per la riqualificazione di un campo di calcio e di un parco pubblico nella frazione di Faete. Queste strutture saranno costruite, curate e gestite dal Comune di Arquata del Tronto e saranno a disposizione di tutti i cittadini arquatani che potranno così contare su nuovi importanti luoghi di aggregazione.

«Una donazione positiva e importante - ha sottolineato il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli - perché unisce la concretezza del progetto con la vicinanza ad una comunità colpita dal sisma. L’iniziativa messa in atto dalla  McDonald’s nel vendere porzioni di olive all’ascolana prodotta da una realtà marchigiana è sicuramente un valore aggiunto. Sia la giunta che il consiglio regionale lavorano ogni giorno gomito a gomito con i sindaci e possono contare in qualunque momento su di noi. Il nostro intento è quello non solo di ricostruire abitazioni, ma riportare la gente in quei luoghi».

«Sono particolarmente orgoglioso di essere qui oggi per donare ufficialmente il nostro contributo a favore della ricostruzione di Arquata del Tronto. Vorrei farlo a nome di tutti i ristoranti McDonald’s e di tutti gli imprenditori che li gestiscono, che hanno fortemente collaborato al raggiungimento di questo importante traguardo” - ha commentato Dario BaroniChief Marketing Officer di McDonald’s Italia. “Questa iniziativa è nata dalla volontà di far sentire la nostra vicinanza al territorio e alle famiglie rimaste coinvolte dal sisma, per sostenerle nel loro rientro alla normalità anche grazie agli spazi e alle strutture che l’Amministrazione potrà creare con questi fondi»

«Ringraziamo McDonald’s per aver scelto il nostro territorio come destinatario dell’iniziativa solidale” ha dichiarato Aleandro Petrucci, Sindaco di Arquata del Tronto. “Grazie alla somma devoluta dall’azienda possiamo accelerare la ricostruzione del nostro territorio, partendo da un aspetto non secondario come i luoghi destinati alle famiglie e ai bambini. Oltre alle abitazioni e alle attività produttive, è importante favorire la veloce ricostruzione di una rete sociale tra i cittadini, per ripartire più forti e più coesi».

Questo progetto solidale è stato realizzato anche grazie alla collaborazione di SIA, azienda con sede a Offida, in provincia di Ascoli Piceno, che ha fornito a McDonald’s oltre 470.000 mila porzioni di olive all’ascolana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento