Cronaca

Terremoto, indagine sugli appalti delle casette. Il capo della Protezione Civile: «Sono sereno»

La Finanza arriva in Regione e in casa degli indagati per sequestrare documentazione. Nel mirino i subappalti segnalati da Cantone

Appalti per le casette nel mirino della Procura con il capo della Protezione Civile regionale Davide Piccinini e altre tre persone indagate. Ancora ombre sulle attività nelle aree terremotate delle Marche dopo la scoperta choc della presenza di amianto nei materiali edili per la ricostruzione, portata alla luce proprio da un'inchiesta di AnconaToday. Questa volta l’ipotesi di reato è abuso di ufficio per aver controllato i subappalti solo dopo il loro affidamento. Una procedura che in tempi di normalità viene effettuata prima, con la Protezione civile che vigila sull’affidabilità, sui requisiti della ditta, cercando di impedire così l’accesso della criminalità organizzata all’origine. In piena emergenza, con migliaia di persone negli alberghi che attendeva di tornare ai propri paesi, si è lavorato in deroga. Con controlli post affidamento. Questo si contesta. «Piccinini è sereno e pronto a dire la sua a giudici. Si dice certo di aver agito nel rispetto delle ordinanze» dice oggi Gianluca Conti (foto in basso), legale che insieme all’avvocato Alessandro Lucchetti difende il super manager. 

Insieme a Piccinini sono indagati due funzionari regionali (Stefano Stefoni e Lucia Taffetani) e il dirigente Erap, ex assessore anconetano, Maurizio Urbinati. Le Fiamme Gialle del Gico, su ordine della reggente della Procura di Ancona Irene Bilotta, hanno perquisito gli uffici della Protezione Civile regionale giovedì mattina. Blitz anche in casa di Piccinini. Sequestrati faldoni con gli affidamenti e supporti informatici. Già nei prossimi giorni l’avvocato Conti formalizzerà la volontà di Piccinini di essere ascoltato dagli inquirenti per dire la sua rispetto alle ipotesi di reato. I subappalti della ricostruzione post terremoto erano finiti lo scorso marzo nel mirino dell’Anac quando il presidente Cantone aveva messo in guardia Regione e Ministeri sul rischio di infiltrazioni mafiose proprio per i mancati controlli. 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, indagine sugli appalti delle casette. Il capo della Protezione Civile: «Sono sereno»

AnconaToday è in caricamento