Terremoto, altri milioni di aiuti agli allevatori marchigiani

Nelle Marche il provvedimento interessa 1.732 allevamenti, ai quali sono già stati assegnati 12,3 milioni di euro per complessivi 17.180 bovini, 78.702 ovini e 40.012 suini

«Ringraziamo il ministro Martina per l’attenzione e la disponibilità mostrata, ancora, una volta, a favore della zootecnia dell’area terremotata». È quanto esprime la vice presidente Anna Casini, a seguito dell’annuncio del ministro dell’Agricoltura della prossima emanazione del provvedimento governativo che assegna altri 6 milioni di euro agli allevatori dell’Italia Centrale, incrementando gli aiuti già erogati a capo (per i bovini, altri 75 euro ad animale posseduto prima del sisma). Nelle Marche il provvedimento interessa 1.732 allevamenti, ai quali sono già stati assegnati 12,3 milioni di euro per complessivi 17.180 bovini, 78.702 ovini e 40.012 suini.

I fondi sono quelli della strategia nazionale per la crisi del settore lattiero caseario zootecnico assegnati alle aziende terremotate. L’aiuto originario era di 400 euro per bovino, 60 per ovino e 20 per suino. “Gli aiuti sono importanti per sostenere la struttura economica dell’area appenninica danneggiata dal sisma - afferma Casini - Un territorio che vive di agricoltura e zootecnia e che ora riceve un ulteriore sostegno. Servirà a scongiurare il rischio che gli allevatori vendano gli animali per recuperare quanto perduto, innescando un circolo vizioso che non guarda più al futuro. I danni causati dal terremoto al patrimonio zootecnico sono stati elevati, ma ora gli allevatori possono contare un sostegno concreto e consistente da parte del Ministero e della Regione Marche”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento