Terremoto, niente danni ma tante chiamate ai vigili del fuoco

Il centralino dei pompieri è servito a rassicurare la popolazione rispetto alla scossa registrata al largo di Ancona. Un centinaio le segnalazioni all'Ingv

Pur basso come magnitudo, un 2.6 che fa sorridere i più, la scossa delle 6.12 di questa mattina ha preoccupato parecchie persone. Alla sala operativa dei vigili del fuoco sono arrivate diverse telefonate di cittadini che, componendo il 115, volevano ricevere informazioni. Non ci sono state richieste di intervento o segnalazioni di danni.

All'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia sono arrivate un centinaio di segnalazioni da parte di cittadini che hanno avvertito chiaramente la scossa. La maggior parte arriva proprio dal capoluogo dorico che mai ha dimenticato la grande scossa del 1972. Anche all'epoca la terra iniziò a tremare mare. Altre segnalazioni arrivano dalla costa (Falconara, Montemarciano e Senigallia),  dall'hinterland (Polverigi), dal Conero (Castelfidardo e Camerano) ma anche dalla Vallesina (Monte San Vito e San Marcello). Segnalazioni anche da Porto Potenza Picena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento