rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Cronaca Senigallia

Rivolge contro di sé il fucile e spara: ricoverato in gravissime condizioni in ospedale

Stando ai primi rilievi ed alle ferite riportate si sarebbe trattato di un gesto volontario, quello compiuto da un uomo di 80 anni residente nelle campagne di Montignano, che nei giorni scorsi avrebbe provato a togliersi la vita

SENIGALLIA – Si sarebbe trattato di un gesto volontario quello di un 80enne residente nelle campagne di Montignano, che ha rivolto contro di sé un fucile ed avrebbe fatto fuoco. L’uomo, un imprenditore conosciuto per aver avviato in passato una storica attività, deteneva regolarmente l’arma essendo un cacciatore, e nella giornata di venerdì era da solo quando avrebbe cercato di farla finita sparandosi, come sarebbe emerso dai primi rilievi effettuati dalle forze dell’ordine e dalle ferite riportate.

I familiari hanno subito chiesto l’intervento del personale sanitario, che hanno successivamente allertato la polizia per gli accertamenti del caso. Ignoti i motivi che hanno portato al gesto l’ottantenne, che era è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale dove è tenuto in coma farmacologico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivolge contro di sé il fucile e spara: ricoverato in gravissime condizioni in ospedale

AnconaToday è in caricamento