Cronaca Via Fernanda Romagnoli

Fabriano: incappucciato e ridotto in fin di vita a colpi di mazza

Polizia e 118, chiamati da un vicino che ha sentito le sue urla, hanno salvato la vita al 57enne vittima della brutale aggressione. La polizia ha già fermato due sospetti

Lo hanno aspettato sotto casa, a Fabriano, in via Romagnoli, poi gli sono saltati addosso, lo hanno incappucciato e poi lo hanno percosso selvaggiamente con delle mazze. Sono stati i soccorsi a salvare la vita al 57enne marocchino da tempo residente in città, vittima nella serata di lunedì di questa brutale aggressione. Le urla dell’uomo hanno richiamato l’attenzione di un vicino, che ha subito avvisato il 113.

La Polizia si è precipitata sul posto a sirene spiegate, cosa che ha messo in fuga gli aggressori e ha probabilmente scongiurato lo scenario peggiore: i malviventi, fuggendo, hanno lasciato a terra le mazze, incrinate per la violenza dei colpi inferti, assieme a due anonime tute bianche da lavoro e un passamontagna.

Gli agenti non hanno perso tempo e indagando sulla vita dell’uomo, già noto alle forze dell’ordine, sono giunti all’individuazione di due fratelli albanesi residenti anche loro a Fabriano, di 47 e 40 anni, anche loro con dei trascorsi. I due, che si sono proclamati innocenti, si trovano al momento nel carcere di Montacuto sotto fermo di polizia giudiziaria per tentato omicidio, e nei prossimi giorni compariranno davanti al giudice per l’interrogatorio di garanzia.
Il 57enne, dopo aver trascorso una notte in ospedale, è stato dichiarato fuori pericolo.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fabriano: incappucciato e ridotto in fin di vita a colpi di mazza

AnconaToday è in caricamento