Cronaca Via Guazzatore

Osimo: tentò di uccidere la figlia con un punteruolo, arrestato

I fatti risalgono al 2009 ma la condanna della Corte d'Appello è scattata ieri: l'uomo aggredì sua figlia in seguito a una lite furibonda scatenata dalla scoperta della relazione della ragazza con un extracomunitario

I carabinieri della Compagnia di Osimo al comando del Capitano Conforti hanno arrestato ieri M. M., classe 1965, nato a Napoli ma residente a Osimo, in via Guazzatore, in esecuzione della sentenza della Corte di Appello di Ancona per aver cercato di uccidere la figlia.

I fatti risalgono al 2009: l’aggressione era stato il culmine di una furibonda lite familiare, causata dalla scoperta della relazione sentimentale che la figlia, E. M., intratteneva con un giovane extracomunitario. Al culmine della rabbia più cieca l’uomo aveva aggredito la giovane colpendola al collo con un punteruolo, provocandole lesioni guaribili in 20 giorni.

Ora la sentenza del tribunale, che condanna l’uomo a 8 anni di carcere per “Tentato Omicidio Aggravato”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Osimo: tentò di uccidere la figlia con un punteruolo, arrestato

AnconaToday è in caricamento