Cronaca

Tatuatori per le Marche: i maghi dell'inchiostro organizzano un'asta per sostenere l'ospedale

Nella lotta al coronavirus ci sono anche loro, gli artisti del disegno. Al posto degli aghi avranno pennelli e tavolozze, per un'asta benefica che dura 36 ore sui social

Fare beneficenza può essere anche un modo per acquistare un'opera da appendere in casa quando l'emergenza finirà. Con questa filosofia i tatuatori marchigiani hanno deciso di scendere in campo nella lotta al Coronavirus con un'inziativa che coniuga arte e solidarietà. Sabato 29 marzo alle 10 del mattino, per sole 36 ore, prende il via l'asta benefica per sostenere le strutture sanitarie regionali. L'iniziativa è partita da tre artisti molto conosciuti ad Ancona, ma pian piano i loro colleghi si sono uniti all'iniziativa e domani saranno più di 70 quelli che parteciperanno con tavole e disegni originali.

Chi vorrà, potrà fare una donazione direttamente sotto le pagine Instagram e Facebook dei tatuatori che aderiscono all'iniziativa, oppure semplicemente seguendo l'hashtag #tatuatoriperlemarche sui vari social. Il ricavato sarà devoluto agli Ospeali Riuniti di Ancona. Insieme ai dipinti, sarà pubblicato anche il regolamento: si parte da una base d'asta di 50 euro con rilanci da 20 euro. Il vincitore deve inviare in giornata la foto del bonifico al tatuatore di riferimento con un messaggio privato e, solamente dopo il termine della quarantena, potrà ritirare l'opera così non si rischiano di sovraccaricare i corrieri. 

Per chi volesse aderire gli iban di riferimento sono: IT45P0882613300000000109407 inserendo come causale "Insieme per Marche nord" e quello degli Ospedali Riuniti di Ancona IT52P0311102600000000001934.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tatuatori per le Marche: i maghi dell'inchiostro organizzano un'asta per sostenere l'ospedale

AnconaToday è in caricamento