menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il tartufo marchigiano, la nuova star dei mercati orientali

Con la fiera ACCI gusto si è chiuso il roadahow in Asia che Marchet, in collaborazione con la Camera di commercio italiana in Corea e la Camera di commercio italiana in Giappone, ha organizzato per promuovere in questi due paesi dell'estremo oriente l'agroalimentare e il design marchigiani. Il progetto ha visto il coinvolgimento di un piccolo ma selezionato gruppo di imprese del territorio, che rappresentano le eccellenze e la creatività del territorio. Circa 100 incontri sono stati realizzati dalla delegazione imprenditoriale all’interno degli eventi internazionali selezionati in base alle esigenze delle imprese.

«Quando abbiamo deciso di far partire un nuovo progetto dedicato ai mercati asiatici – ricorda Massimiliano Santini, Presidente di Marchet – ci siamo messi nei panni delle piccole e medie imprese locali e abbiamo immaginato che per approcciare dei mercati tanto lontani non solo si dovevano sostenere investimenti importanti, ma che anche le spese per il loro raggiungimento che garantisse una presenza reale, incidessero in modo importante sulle valutazioni strategiche delle imprese. Quindi abbiamo deciso di realizzare azioni modulari che hanno permesso alle imprese di scegliere l’azione e il mercato secondo le specifiche necessità aziendali e i budget disponibili. E’ così che abbiamo selezionato gli eventi a Seoul (10-11 novembre per i settori agroalimentare e design) e a Tokyo (17-18 novembre per l’agroalimentare e il wine) per il gruppo di imprese che sta rappresentando le eccellenze del nostro territorio».

“I B2B svolti a Seoul tra imprese marchigiane produttrici di vino e tartufo e importatori locali – sottolinea Gordana Gnesutta, direttrice di Marchet - ha confermato la felice intuizione di puntare sul mercato coreano per l'agroalimentare. La Corea presenta quelle caratteristiche dei mercati maturi con alto potere d'acquisto e forte apertura ai prodotti italiani, unite però ad una ancora bassa saturazione del mercato di media e alta fascia. A dimostrazione di ciò, il fatto che i prodotti a base di tartufo sono stati la star della missione e hanno riscosso molto interesse da parte degli importatori”.

Ultima tappa del roadshow: il viaggio verso Tokyo per la partecipazione alla fiera ACCI GUSTO organizzata dall'associazione dei cuochi di cucina italiana. Il settore agroalimentare rappresenta una delle principali voci di export in Giappone e l'ammirazione dei giapponesi per i prodotti della nostra terra è stato testimoniato ancora una volta dalla grande affluenza di importatori e ristoratori in fiera. Molti e ben qualificati sono stati gli incontri organizzati dalla Camera di Commercio italiana in Giappone con importatori locali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento