Porto: torna dalla Grecia con quattro tartarughe di specie protetta, denunciato

Alla richiesta dei Finanzieri di fornire la documentazione per provare la regolarità del possesso dei quattro animali, il cittadino francese si è limitato a dichiarare di averle raccolte per strada mentre era in vacanza

La Guardia di Finanza di Ancona,  l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ed il Corpo Forestale dello Stato, hanno scoperto e salvato quattro tartarughe di specie protetta rinvenute a bordo di un’autovettura con targa francese appena sbarcata da una motonave proveniente dalla Grecia.

Al momento del controllo di rito, l’uomo alla guida del mezzo, un cittadino francese dall’aspetto distinto, ha mostrato però alcuni segni di nervosismo e non è stato in grado di fornire valide giustificazioni in merito alle motivazioni del suo viaggio. Tali circostanze hanno  insospettito militari e funzionari, che hanno quindi deciso di procedere ad un controllo più accurato.
La successiva ispezione dell’autovettura ha così consentito di scoprire le 4 testuggini, riposte all’interno di uno scatolone di cartone custodito all’interno del bagagliaio.

Alla richiesta dei Finanzieri di fornire la documentazione per provare la regolarità del possesso dei quattro animali, il cittadino francese si è limitato a dichiarare di averle raccolte per strada mentre era in vacanza nel Paese ellenico.

Il successivo intervento del Nucleo Operativo CITES del Corpo Forestale dello Stato di Ancona ha permesso di identificare le tartarughe in Testudo hermanni, appartenente alla famiglia Testudinidae: si tratta di una specie protetta, per la quale è assolutamente vietato il prelievo in natura, l’allevamento e il commercio, se non in possesso di regolare documentazione.

Gli animali sono stati quindi sequestrati e affidati ad una struttura specializzata, mentre l’autista è stato denunciato per detenzione di esemplari di animali di specie protetta ai sensi della legge 150 del 1992.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

Torna su
AnconaToday è in caricamento