Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Camerano

Camerano, una targa in memoria delle donne vittime di violenza

Per l'occasione una scuola di ballo si è esibita in un flash-mob sulle note della canzone “Uomini contro” del rapper Ensi, con tanto di cartelloni dal messaggio: “La violenza sulle donne è una sconfitta. Diciamo no”

Il flash mob a Camerano

Camerano dice “No” alla violenza contro le donne e lo fa con un incontro importante tenutosi mercoledì al centro “Baden Powell” di piazza Santa Apollinare, proprio nella giornata internazionale contro la violenza di genere. “Stop femminicidio”.  Questo il monito che ha accompagnato l’evento a partire dalle ore 17:00, quando sono intervenuti l’assessore ai Servizi Sociali Martina Recanatini, il sindaco Massimo Piergiacomi, il Prefetto di Ancona Raffaele Canizzaro, il vice questore del commissariato Mariella Pangrazi e la presidente della Commissione Pari Opportunità Antonella Di Bari, che ha detto: «Abbiamo voluto fortemente questa serata perché nel corso di questi anni abbiamo imparato, attraverso testimonianze dirette, cosa hanno provato le vittime di femminicidio e le loro famiglie. Più volte è stata nostra ospite la Signora Ferrari Giovanna, madre di Giulia Galiotto, una ragazza che ha la mia stessa età e la cui sola colpa è stata quella di desiderare una famiglia». Proprio a Giulia e a tutte le donna vittime degli abusi degli uomini è stata dedicata una targa. «Il suo ricordo e l'amore della sua mamma saranno sempre parte di noi» ha ribadito la Di Bari.

Poi è stato il momento del flash-mob. Sulle note di “Uomini contro” del rapper Ensi e a cura della scuola di ballo Liz Ballet Dance Studio di Camerano, una 50ina di ragazze si sono esibite in una coreografia che ha lanciato un messaggio chiaro apparso su alcuni cartelloni: “La violenza sulle donne è una sconfitta. Tutti diciamo no”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camerano, una targa in memoria delle donne vittime di violenza

AnconaToday è in caricamento