Appalti truccati con tangenti, l'ASUR chiede di costituirsi parte civile: risarcimento milionario

L’ASUR, tramite il proprio avvocato Cristiana Pesarini, ha depositato l’atto di costituzione di parte civile che però ora deve attendere di essere ammesso dal Gup

Foto di repertorio

Si sarebbero accordati per costituire un cartello di imprese operanti nel settore edile, elettrico e termoidraulico, con cui assicurarsi l’affidamento di tutta una serie di lavori di manutenzione e ammodernamento delle strutture ospedaliere della provincia di Ancona, aggiudicandosi gare di appalto dietro compenso. L’ASUR Marche verso la costituzione parte civile nell’ambito del processo sul giro di tangenti per ottenere appalti all’interno dell’azienda sanitaria regionale e che vede imputate 8 persone tra cui Antonio Tonti geometra dipendente dell’ASUR difeso dall’avvocato Jacopo Saccomani, Alessandro Santini dipendente dell’ASUR difeso dall’avvocato Antonio Mastri e Luigi Catalano amministratore della Edilcost Srl difeso dall’avvocato Andrea Speciale (tutti gli indagati e le accuse). 

L’ASUR, tramite il proprio avvocato Cristiana Pesarini, ha depositato l’atto di costituzione di parte civile con un richiesta risarcitoria di milioni di euro che comprendono non solo il giro di affari ricostruito dalla Guardia di Finanza intorno agli appalti pubblici, ma anche il danno di immagine e morale causato all’azienda sanitaria. Ora l’atto però deve essere ammesso dal Gup Paola Moscaroli che ieri ha rinviato il processo direttamente alla prossima udienza del 20 febbraio 2018. Data in cui le difese sveleranno anche come procedere perché, al momento, nessun imputato ha espresso la volontà di procedere con riti alternativi al processo ordinario. Non è dunque escluso che alla prossima udienza non ci siano legali che avanzino richiesta di patteggiamento o rito abbreviato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento