Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

Chiude i battenti a distanza di 18 mesi dalla riapertura ma, soprattutto, a pochi giorni dall’apertura del supermercato Conad e dall’inaugurazione del nuovo format dell’Eurospin

Tuodì a Jesi

Troppa concorrenza. Chiude così i battenti il Tuodì di Jesi, 6 lavoratori in tutto. Chiude i battenti a distanza di 18 mesi dalla riapertura ma, soprattutto, a pochi giorni dall’apertura del supermercato Conad e dall’inaugurazione del nuovo format dell’Eurospin. Tutti e tre i supermercati situati in un’area commerciale molto ristretta. Non solo: sempre in quell’area, sorgono il Lidl e a pochi metri si trova il Sì Con Te.

«Questa situazione  fa riflettere – dichiara Sara Dominella, Filcams Cgil Ancona - nel caso del Tuodì di Jesi siamo stati fortunati perché i lavoratori sono stati, alla fine, tutti ricollocati in negozi limitrofi, sparsi nella provincia. Ma il problema vero che fa da contorno alla vicenda è  la mancanza di regole sulle aperture selvagge dei supermercati. Con la liberalizzazione, infatti, non ci sono più vincoli e ciò comporterà il ripetersi di situazioni come queste e cioè negozi che si aprono e chiudono creando  difficoltà sul piano occupazionale e, alla fine, anche sociale».

Nel caso di Jesi, tra l’altro, la Filcams Cgil con l’azienda Dico Spa, proprietaria della catena Tuo Dì, ha sottoscritto un accordo dove  il gruppo riconosce ai lavoratori , oltre alla ricollocazione degli stessi, turni unici su cinque giorni settimanali. Il sindacato e i lavoratori, infine, hanno anche chiesto il diritto di precedenza su un’eventuale riapertura su Jesi e su un aumento delle ore contrattuali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Cocaina trovata dentro l'affettatrice, arrivano i sigilli: chiuso il bar della Baraccola

Torna su
AnconaToday è in caricamento