Superfast Ferries in prima linea per l'ambiente, firmato il Blue Agreement

Il Ceo Andrea Morandi: «La nostra Compagnia è l'unica ad aver sottoscritto l'accordo volontario per la qualità dell'aria nel porto e nel centro di Ancona»

La Superfast

Superfast Ferries è in prima linea per la tutela dell’ambiente. La Compagnia di Navigazione, che da 25 anni è leader nel trasporto passeggeri nel Mar Adriatico sulle rotte Italia-Grecia, è l’unica che ha sottoscritto Ancona Blue Agreement: l’accordo volontario proposto dalla Capitaneria di Porto di Ancona e dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Centrale con l’obiettivo di contenere i livelli di inquinamento nelle aree urbane del capoluogo marchigiano, con ben un anno di anticipo rispetto alla normativa comunitaria che entrerà in vigore dal 1 gennaio 2020.

«La Compagnia di Navigazione che rappresento è l’unico operatore marittimo attivo in Adriatico che collega l’Italia con la Grecia ad aver aderito con entusiasmo ad un’iniziativa così importante per la qualità dell’aria che si respira in porto e dunque nel centro di Ancona – ha precisato Andrea Morandi, Ceo del Gruppo Morandi e Agente Generale di Superfast Ferries in Italia –. Grazie a questa adesione, chi viaggia con noi verso la Grecia può essere certo dell’attenzione che riserviamo alla tutela dell’ambiente e può essere orgoglioso di contribuirvi direttamente. Oggi la sostenibilità è un dovere morale e un’imperdibile opportunità di crescita e sviluppo».

La firma del Blue Agreement testimonia l’impegno di Superfast e del Gruppo Attica in termini di responsabilità sociale e ambientale, dopo i numerosi riconoscimenti ricevuti come l’Award for Environmental Policy. Sulla base dell’accordo sottoscritto, Superfast Ferries si è impegnata ad utilizzare combustibili per uso marittimo con tenore di zolfo non superiore allo 0,10% in massa, per l’intera durata della sosta in porto e durante la fase di disormeggio e navigazione dalla banchina assegnata alla pilot station. La Compagnia si è impegnata inoltre ad impartire, a tutti i comandanti e a tutti gli equipaggi, norme di gestione che riducano ulteriormente le emissioni nocive dei gas di scarico. La Capitaneria di Porto di Ancona e l’Autorità Portuale si sono impegnate, a loro volta, nell’ottimizzazione dell’ordine di arrivo e partenza delle navi e dei processi di imbarco e sbarco, in collaborazione con le agenzie marittime e le istituzioni preposte ai controlli in ingresso ed uscita dal porto.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ancona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

Torna su
AnconaToday è in caricamento