Studentessa bloccata a Londra, l'appello disperato: «Aiutatemi a tornare a casa»

Martina non sa come rientrare in Italia dopo che tutte le compagnie aeree hanno sospeso i collegamenti per l'allarme Coronavirus: «Non voglio restare qui, ho paura»

Martina Lavagnoli, l'osimana bloccata a Londra

«Aiutatemi a tornare a casa». L’appello è di una studentessa osimana, bloccata da giorni a Londra dopo la decisione di quasi tutte le compagnie aeree internazionali di sospendere i collegamenti con l’Italia a causa dell’emergenza Coronavirus.

Martina Lavagnoli, 23 anni, laureata in Biologia, non sa più come fare. E’ ospite a casa del fidanzato, un anconetano che fa lo chef nella capitale britannica, ma non riesce a trovare una soluzione per rientrare dalla sua famiglia. «Quando sono partita, una decina di giorni fa, non immaginavo che sarebbe successo tutto questo - racconta -. Il primo volo disponibile è ad aprile, ma non posso aspettare tutto questo tempo, anche perché ho paura: qui il Governo parla di immunità di gregge, si legge che l’80% della popolazione verrà contagiata, non c’è il sistema sanitario che esiste in Italia. Se mi succede qualcosa, non so quanta assistenza potrei ricevere: mi sono spaventata tantissimo quando, alcuni giorni fa, ho avuto un po’ di febbre. Tra l’altro la gente, non sapendo come comportarsi, sta cominciando a svuotare i supermercati. Insomma, prima torno in Italia e meglio è».

Sembra un’impresa impossibile. «L’agenzia con cui sono in contatto non riesce a trovare voli disponibili e non riesco a parlare con l’ambasciata italiana né con il consolato». Le speranze sono riposte nella Farnesina che, insieme ad Alitalia, sta organizzando voli speciali per permettere a migliaia di italiani bloccati all’estero di rientrare in patria. La compagnia aerea sta negoziando i permessi per continuare ad operare anche verso alcuni Paesi che hanno ordinato restrizioni per i cittadini italiani e per passeggeri che hanno soggiornato in Europa. Su Londra dovrebbero essere garantiti due voli: è l’unica speranza per Martina di tornare a casa. 

CORONAVIRUS, TRAGICO BOLLETTINO: ALTRI 22 DECESSI 

SCOPERTA A TORRETTE: SEQUENZIATO IL CORONAVIRUS

E' NATA EVA: LA MAMMA E' POSITIVA AL CORONAVIRUS 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GIOCANO A BEACH VOLLEY, RAGAZZINI ALLONTANATI DAI CARABINIERI 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raffica di esplosioni, poi le fiamme altissime: maxi incendio nel porto di Ancona

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

  • La sindaca riapre le scuole, ma il Savoia-Benincasa non ci sta: «Noi restiamo chiusi»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento