«Dormivamo, non c’entriamo niente con la strage in discoteca»

I due senigalliesi arrestati nel residence per droga e sospettati – ma non ancora indagati – di avere avuto un ruolo nei fatti di Corinaldo respingono le accuse. Uno viene scarcerato

Monica Garulli e Paolo Gubinelli

Davano ospitalità al minore fortemente sospettato, ma ancora non indagato, di essere stato l’autore del lancio di spray urticante che ha innescato il panico all’interno della Lanterna Azzurra. Ma negano di esservi mai entrati quella notte. Sono i due maggiorenni trovati nel residence di Senigallia la mattina di sabato, a poche ore dalla strage in discoteca nella quale hanno perso la vita 5 adolescenti e una madre di 39 anni, spirati nel cedimento di una balaustra dovuta alla calca che si era formata in una delle uscite di sicurezza del dancing pieno di ragazzini in attesa dell’arrivo del trapper Sfera Ebbasta. Uno dei due, un 27enne di Senigallia, si è assunto la responsabilità della droga – 200 grammi tra cocaina ed eroina – ritrovati nell’abitazione scagionando di fatto l’altro, un 22 originario di Bologna ma residente nella città della Spiaggia di Velluto.

Morale: il gip Carlo Cimini, al termine dell’udienza di convalida dell’arresto, ha messo il 27enne, difeso dall’avvocato Bruno Brunetti, ai domiciliari mentre ha rimesso in libertà l’altro, assistito dall'avvocato Francesca Petruzzo (vedi foto). Nel corso dell’udienza, nella quale i due dovevano rispondere – è bene precisarlo – del possesso della droga, inevitabilmente le domande del giudice sono andate anche sui fatti di Corinaldo. Entrambi hanno sostenuto Francesca Petruzzo-2che il minore, per il quale procede la Procura minorile, era ospite nel residence perché aveva detto loro di aver litigato con in genitori. In serata è uscito senza dire dove si sarebbe recato ed è rientrato quando questi già dormivano. «Non lo abbiamo sentito rincasare» dicono. E hanno sentito parlare di Corinaldo e di quanto era avvenuto solo quando i carabinieri hanno fatto irruzione, attorno a mezzogiorno, nella loro abitazione. 

Potrebbe interessarti

  • La pausa ideale, dove gustare i migliori 10 caffè di Ancona

  • Scarafaggi in casa, la disinfestazione può aspettare: come liberarsene da soli

  • Estate 2019, tutte le informazioni per la vacanza perfetta a Portonovo

  • “Farai la fine del ca’ de Luzi”, il detto anconetano tra leggenda e verità

I più letti della settimana

  • Un caso di febbre Dengue ad Ancona, è allerta: scatta il piano di prevenzione

  • Terribile schianto in A14, traffico bloccato: un ferito in gravissime condizioni

  • Inferno in A14, colpa del cambio di carreggiata: 27enne in gravissime condizioni

  • Carambola da paura nella notte: 7 i coinvolti, due feriti gravi

  • Sms di addio agli amici, poi esce di casa per buttarsi dal Passetto: salvato dai carabinieri

  • Violento frontale al Vallone, donna gravissima: automobilista ubriaco fugge per campi

Torna su
AnconaToday è in caricamento