Un faro al cielo, un concerto per le vittime: un anno fa la strage della Lanterna Azzurra

Comincia il lungo weekend del ricordo. Corinaldo ha scelto il silenzio e un simbolo luminoso, a Senigallia dibattiti, incontri e musica in una piazza Garibaldi blindata

Fiaccolata per le vittime di Corinaldo 14 dicembre 2018

Un concerto blindatissimo in piazza Garibaldi, a Senigallia, per il quale sono attese 5mila persone. Silenzio assoluto e un fascio di luce rivolto al cielo, invece, a Corinaldo. Così le due città più toccate dalla strage della Lanterna Azzurra ricorderanno, un anno dopo, la tragedia in cui persero la vita una giovane mamma e cinque adolescenti, rimasti schiacciati nel crollo della balaustra della discoteca. Il Comune di Corinaldo ha scelto il silenzio: oggi, dal tramonto all’alba, ci si potrà recare in piazza Il Terreno per un pensiero, una preghiera, un ricordo. Per tutta la notte sarà acceso un faro puntato verso il cielo, un simbolo luminoso e di speranza nel cuore della comunità. 

L'8 per il futuro

L’intera giornata di domani, invece, a Senigallia sarà dedicata alle vittime della strage, nel primo tragico anniversario, su iniziativa della Regione Marche con il Comune di Senigallia, l’Assemblea Legislativa delle Marche, il Cogeu (Comitato Genitori Unitario) e l’Amat. «L’8 per il futuro, da un concerto si torna senza voce, non senza vita» è il titolo della lunga maratona commemorativa che comincerà alle ore 9 in Cattedrale con la Santa Messa in memoria e proseguirà al Teatro la Fenice dalle ore 10.30 con l’incontro dal titolo “Dovere della responsabilità - diritto al divertimento” in cui si parlerà del Codice Etico nelle Marche e delle esperienze in Italia: il dibattito sarà condotto da Giancluca Ales, giornalista Sky, alla presenza del sindaco Maurizio Mangialardi, del presidente dell’Assemblea legislativa regionale Antonio Mastrovincenzo, del direttore generale Ufficio Scolastico regionale Marco Ugo Filisetti, del presidente Commissione regionale sanità Fabrizio Volpini, del garante Andrea Nobili, oltre a Valerio Magrelli a cui è affidata la relazione introduttiva, Maurizio Pasca, presidente Associazione Nazionale Discoteche, Luigina Bucci presidente Cogeu e Gilberto Santini, direttore Amat. Era atteso in tarda mattinata l’intervento del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, ma non potrà partecipare e ha delegato il prefetto Antonio D’Acunto. Il programma del pomeriggio si aprirà alle ore 15.30 alla discoteca Mamamia con “Noi ci siamo”, assemblea aperta agli studenti a cura di ScuolaZoo, collettivo studentesco che opera a livello nazionale.

Il concerto in piazza 

L’attesa è tutta per “Riprendiamoci la musica”, momento di incontro e musica, in programma dalle ore 19,30 in piazza Garibaldi, condotto da Massimo Cirri di Caterpillar e del CaterRaduno, che prevede - dopo i saluti affidati a Maurizio Mangialardi, Luca Ceriscioli e Luigina Bucci - la presentazione di “Mi batte forte il tuo cuore”, cortometraggio in ricordo delle vittime della Lanterna Azzurra realizzato da Lorenzo Cicconi Massi, sceneggiatore, regista e fotografo che vive e opera a Senigallia, pluripremiato a livello internazionale. La serata proseguirà con la musica di “Dedicato a voi”. Sul palco saliranno Corrado Mancini, 17enne di Barbara, e Filippo Lombardelli, 18enne di Ostra che canteranno “Tu vola con me”, canzone scritta per Asia Nasoni, una delle vittime della strage. Seguiranno i Monopoli, musicisti di Senigallia provenienti dai licei della città, “Letture d'autore” a cura di Roberta Biagiarelli e poi, dalle 21,15, sempre in Piazza Garibaldi, il concerto di Pietro13, Ernia e Rkomi, un trio rapper molto amato dai giovanissimi.

Piazza blindata

La piazza sarà blindatissima: previsti blocchi di cemento anti-intrusione e accessi a piedi da quattro varchi in via Armellini, due in via Cavallotti e uno in via Maierini, con presenza imponente di agenti delle forze dell’ordine insieme ai volontari della Protezione civile e agli steward. Vietata in piazza la vendita di bevande in vetro o lattine. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito. «La giornata è stata ideata dal Comitato dei genitori che ha voluto trasformare la tragedia che ha colpito un’intera comunità in uno sguardo verso il futuro - è il commento del governatore regionale Luca  Ceriscioli -. Il divertimento è un diritto dei giovani da esercitare in piena sicurezza. Sta a noi adulti garantirne tutte le condizioni necessarie, perché, come hanno scritto il giorno dopo i compagni di classe delle vittime, da un concerto si torna senza voce non senza vita. L’auspicio è che il messaggio che lanceremo domenica  travalichi i confini regionali e diventi spunto di riflessione in tutto il Paese». «Quanto accaduto lo scorso anno – ha sototlineato il sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi – ha segnato profondamente l’anima della nostra comunità. Domani, nel ricordare Emma, Daniele, Eleonora, Asia, Benedetta e Mattia proveremo a costruire insieme ai giovani una giornata di riflessione sul divertimento consapevole e responsabile che parta dal dialogo e dalla riscoperta della capacità di parlarsi tra genitori e figli, tra istituzioni e giovani, per confrontarci sui valori che ci uniscono e sulle azioni da mettere in atto affinché tragedie come quella della Lanterna Azzurra non si verifichino mai più». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Tragico investimento, travolta e uccisa da un'auto sotto gli occhi della nipotina

  • Focolaio dopo una festa, Pietralacroce col fiato sospeso: anche il parroco in quarantena

  • Concorso pilotato per favorire la fidanzata di un medico, primario nei guai

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Bambini positivi, classi intere in quarantena: il virus corre nelle scuole dei piccoli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento