Cronaca

Chiesto giudizio immediato per la banda dello spray, il ricettatore patteggia

La novità arriva proprio ad un anno esatto dalla notte della tragedia è che anticipa di poche ore la giornata di domenica, quando a Senigallia, si terranno una serie di eventi per commemorare le vittime

Foto di repertorio

Inadagini chiuse e la Procura di Ancona chiede il giudizio immediato per tutti i componenti della banda dello spray che, nella notte maledetta tra l'8 e il 9 dicembre scorso, scatenò il panico generale nella discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo, dove rimasero uccisi Asia Nasoni, Daniele Pongetti, Benedetta Vitali, Mattia Orlandi, Emma Fabini e la mamma coraggio Eleonora Girolimini. I 6 giovani sono accusati di omicidio preterintenzionale, associazione per delinquere finalizzata alle rapine, lesioni personali e singoli episodi di furti e rapine. 

Ha invece patteggiato il ricettatore di 65 anni, il titolare di un Compro Oro di Modena. Per lui è stata concordata la pena di 4 anni e 2 mesi di reclusione e 2mila euro di multa. È la prima sentenza ufficiale sulla Strage di Corinaldo, che arriva proprio ad un anno esatto dalla notte della tragedia, che anticipa di poche ore la giornata di domenica, quando, a Senigallia, si terranno una serie di eventi per commemorare le vittime. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiesto giudizio immediato per la banda dello spray, il ricettatore patteggia

AnconaToday è in caricamento