Andrea, disabile isolato: «Riportate la via a uso pubblico», la Commissione vota contro

Mozione bocciata dalla Commissione lavori pubblici, in aula arriverà la proposta di aggiornare l'elenco delle vie cittadine ad uso pubblico

Andrea Roseto e Francesco Rubini

Andrea Roseto è un residente disabile della strada (colabrodo) La Croce-Boranico. I lavori di messa in sicurezza non spettano al Comune, perché la via è classificata “ad uso privato” nonostante colleghi Varano a Camerano, sia segnalata come percorso del Parco del Conero e faccia parte del Cammino d’Oriente tra Ancona e Loreto. La mozione con cui Altra Idea di città chiedeva il ripristino della strada a via di uso pubblico è stata bocciata questa mattina dalla Terza Commissione – Lavori pubblici. Un parere non vincolante, che verrà sottoposto comunque alla votazione del Consiglio comunale. E’ stata invece approvata la mozione firmata dai consiglieri Federica Fiordelmondo (Pd), Tommaso Sanna (Ancona Popolare) e Giuseppe Mascino (Ancora per Ancona), che chiede l’impegno della Giunta ad aggiornare l’elenco delle strade a uso pubblico nell’intero Comune, ad adottare un regolamento unico per la loro gestione e a predisporre una quota del bilancio annuale per la manutenzione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La strada La Croce – Boranico, che parte dal cimitero di Varano e arriva a Camerano, è finita sulle cronache cittadine quando Andrea ha denunciato ai nostri microfoni le difficoltà a ricevere eventuali soccorsi in ambulanza (GUARDA IL VIDEO). Non solo. Sulla strada transitano pellegrini, ciclisti in mountain bike, ma anche chi vuole accorciare la distanza tra Camerano e Varano per motivi di lavoro. Negli anni lungo quella strada sono state aperte anche delle attività commerciali e ricettive. Tutt’altro, dicono Altra Idea e i residenti, che una piccola strada ad uso di pochi. «C’è rammarico e tristezza perché dopo tanti mesi di impegno da parte dei residenti, nostro e del comitato, ci si aspettava un’apertura maggiore- ha commentato Francesco Rubini (AIC), firmatario della mozione- dall’altra parte c’è un segno di apertura rispetto alla volontà di monitorare le vie. L’augurio è che facciano presto, perché non si possono aspettare decenni».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • «Non faccio sesso da 2 anni», donna lo urla ed arrivano decine di persone

  • «Con quella mascherina nera non può votare»: avvocatessa respinta dal seggio

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento