rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Cronaca

«Stop alla guerra»: bandiere della pace in piazza per l'Ucraina

Oggi pomeriggio al presidio organizzato dall'Università della Pace si sono presentate donne, uomini e anche tanti bambini accompagnati dai loro genitori

ANCONA - Centinaia di persone in piazza Cavour per dire «no alla guerra». Bandiere della pace, manifesti e vicinanza al popolo ucraino in questo momento di grande dolore. 

La manifestazione era prevista per ieri ma poi è stata rimandata causa maltempo. E' stata promossa dall'Università della Pace.  Un appello rivolto al Presidente del Consiglio Mario Draghi, a quelli di Giunta e Consiglio regionale, Francesco Acquaroli e Dino Latini, e ai sindaci delle Marche, ma anche a «tutte le forze vive della società civile» affinché si adoperino «per impedire nel nostro continente una nuova tragedia ed una insensata carneficina». 

Quella di Ancona, in programma alle ore 17 in Piazza Cavour, non è un’iniziativa isolata. Presidi analoghi sono infatti previsti in tutte le province marchigiane. L’appuntamento nel capoluogo dorico sarà per l’Università per la Pace l’occasione per proseguire nella raccolta di sottoscrizioni all’appello, di cui la stessa Università è prima firmataria, e dove si richiama alla necessità che «ciascuno al livello delle proprie responsabilità operi fattivamente e in ogni direzione per far abbassare l’altissima tensione, creare canali di dialogo, assumere iniziative efficaci che consentano una soluzione negoziata, equilibrata e giusta della crisi». Al Presidente del Consiglio Draghi, i firmatari chiedono anche «di avviare il percorso parlamentare affinché l'Italia aderisca al Trattato Onu sulla proibizione delle armi nucleari (Tpnw)». Inoltre i sindaci vengono chiamati ad attivare «contatti, costituire gemellaggi, ponti di dialogo» con i loro colleghi delle città nelle zone in conflitto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Stop alla guerra»: bandiere della pace in piazza per l'Ucraina

AnconaToday è in caricamento