Abbattere le barriere architettoniche, a partire dal 2019 inizio dei lavori alla stazione

A partire dal 2019 prenderanno il via i lavori che prevedono la riqualificazione dei marciapiedi, con sostituzione della pavimentazione ed installazione di percorsi tattili

La Rete Ferroviaria Italiana (RFI) ha fatto sapere che la stazione di Jesi è stata inserita nel Programma di interventi di eliminazione delle barriere architettoniche e sensoriali. A partire dal 2019 prenderanno il via i lavori che prevedono la riqualificazione dei marciapiedi, con sostituzione della pavimentazione ed installazione di percorsi tattili, 3 nuovi ascensori per garantire l’accessibilità al sottopasso ed ai marciapiedi, rampe a norma ove necessarie, nuove pensiline, mappe tattili, .ecc. 

Le consigliere pentastellate Claudia Lancioni e Romina Pergolesi, in una nota congiunta, fanno sapere che vigileranno sull’iter dei lavori di miglioramento dell’accessibilità senza barriere alla stazione ferroviaria di Jesi. «Quella dell’abbattimento delle barriere architettoniche è un tema da sempre caro al 5 stelle e siamo grati a persone come Renato Biondini, Presidente Assoc. Luca Coscioni, e Antonio Massacci, Presidente dell’Anffas di Jesi, per l’importante opera di sensibilizzazione che da anni portano avanti con iniziative come quella sulla stazione ferroviaria di Jesi. Come 5 stelle vigileremo con grande attenzione su tutto l’iter dei lavori previsti da RFI».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Coronavirus, screening di massa con tampone antigenico rapido nelle Marche

  • Emergenza Covid, Acquaroli preoccupato: «Rischiamo crisi economica impressionante»

Torna su
AnconaToday è in caricamento