Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Fabriano

I sindacati contro la strada incompiuta, presidio davanti al Comune

Cgil, Cisl e Uil protestano per chiedere lo sblocco dei fondi che servono per terminare i cantieri della Quadrilatero

Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil di Ancona organizzano per domani 14 settembre, un presidio davanti alla sede del Comune di Fabriano, dalle ore 9 alle ore 11. Il sit-in è promosso dai sindacati per chiedere alle istituzioni un intervento per sbloccare i finanziamenti del Cipe per la prosecuzione dei lavori della Quadrilatero. 

Una questione, quella dei lavori bloccati dell'importante asse viario tra le Marche e l'Umbria (che per la nostra regione significa anche una strada diretta per Roma) che nei giorni scorsi era stata affrontata dalle associazioni di categoria degli artigiani: allarmate sia Cna che Confartigianato. Dal Parlamento arrivano le rassicurazioni di Patrizia Terzoni, deputata del Movimento 5 Stelle: «Sono confortanti le parole arrivate oggi dal sottosegretario alle Infrastrutture Edoardo Rixi durante il question time in risposta ad un'interrogazione a mia firma sulla Quadrilatero. Infatti per quanto riferisce la società Anas, lo stop ai lavori nei cantieri della SS 76 dovuto alle difficoltà della Astaldi sarebbe in via di risoluzione. Rixi ha aggiornato il cronoprogramma: se la tempistica per ultimare la Quadrilatero complessiva - cioè comprensiva di Pedemontana - è di 5 anni, per il completamento dei due tratti Fossato di Vico-Cancelli e Albacina-Serra San Quirico il termine è la fine del 2019. Inoltre, sono arrivate risposte d'impulso nel pomeriggio anche sulla bretella Tolentino-San Severino da parte dell'esecutivo. Al di là di tutto, segnali importanti, che sostanzialmente sbloccano uno scenario di stasi che aveva iniziato a destare parecchie preoccupazioni, perché parliamo di arterie vitali per tutta l'area dell'Appennino umbro-marchigiano». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I sindacati contro la strada incompiuta, presidio davanti al Comune

AnconaToday è in caricamento