Litiga con la vicina e le rompe le telecamere di videosorveglianza: denunciata

Invidie e antipatia all'origine di una serie di condotte andate avanti per quasi un anno. I carabinieri di Numana hanno chiesto il divieto di avvicinamento

Foto di repertorio

I rapporti tra vicini di casa non sono sempre idilliaci. Spesso i dispetti non mancano e in questo caso sono dovuti intervenire i carabinieri che hanno denunciato una numanese di 51 anni per atti persecutori, furto aggravato e danneggiamento. Vittima proprio la vicina della donna alla quale, a partire dallo scorso settembre, sono state più volte danneggiate le telecamere di videosorveglianza installate all'esterno dell'abitazione. 

All'origine di questi gesti, che in un caso sono arrivati al furto di una delle spy cam, invidie e gelosie e piccole beghe condominiali. Al termine della indagini i militari dell'Arma hanno denunciato la donna proponendo al Questore di Ancona anche l'annomimento e il divieto di avvicinamento per scongiurare il peggiorare degli eventi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • Coronavirus, confermato il primo caso nelle Marche: è un 30enne

Torna su
AnconaToday è in caricamento