rotate-mobile
Cronaca

Ha un debito con il marito morto e si apposta sotto casa della vedova: «Devi pagarmi tu»

Un 70enne ha perseguitato una donna che da pochi mesi aveva perso il consorte. Esasperata la vittima si è rivolta alla polizia

ANCONA - Andava sotto casa sua, suonava alla porta, si appostava ed era arrivato anche a presentarsi sul posto di lavoro della vedova per chiedere informazioni sul ruolo che svolgeva e di cosa si occupava. Il tutto per riscuotere un debito che aveva fatto il marito, morto da pochi mesi. Esasperata la donna si è rivolta alla polizia e il questore Cesare Capocasa ha ammonito un 70, che la perseguitava, per stalking. Diverse sarebbero state le condotte moleste e invadenti della sfera giuridica della donna e anche dei figli della stessa, al fine di riscuotere un debito che il 70enne diceva di avere. Il questore ha emesso il provvedimento di ammonimento intimando allo stalker di interrompere ogni tipo di condotta lesiva nei confronti della donna e della sua famiglia. «Esserci sempre è innanzitutto intervenire prima che le situazioni degenerino - spiega Capocasa -. In un momento storico in cui anche le fragilità economiche rappresentano un’emergenza sociale è nostro preciso obbligo, tutelare tutte le vittime vulnerabili che necessitano del nostro aiuto».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ha un debito con il marito morto e si apposta sotto casa della vedova: «Devi pagarmi tu»

AnconaToday è in caricamento