Si separa dal marito e viene perseguitata dall'amico: sms, telefonate e offese sui social

L'uomo ha approfittato della fine del matrimonio per conquistarla, tempestandola di messaggi, chiamate, ma anche pesanti insulti sul web: ammonito dal questore

foto d'archivio

Si separa dal marito e viene perseguitata pesantemente da un amico invaghito di lei, anche con insulti sui social. E’ accaduto ad Osimo, dove la polizia sabato scorso (21 settembre) è intervenuta su richiesta di una donna che, qualche mese fa, si era separata dal marito.

Da quel momento un amico di famiglia, da tempo invaghito della 50enne osimana, ha cercato con ogni mezzo di conquistarla, tempestandola di telefonate e messaggi, appostandosi sotto casa e seguendola ovunque lei andasse. Al deciso rifiuto di tutte le avance da parte della donna, non interessata ad intraprendere un nuovo rapporto, il 60enne, anch’egli residente ad Osimo nonché amico di vecchia data, deluso, è diventato sempre più aggressivo. Non si è arreso e ha iniziato ad intraprendere una serie di comportamenti scorretti nei confronti della donna: l’ha offesa, anche pubblicamente sui social, con i peggiori insulti. La donna, che si è sentita minacciata e ha temuto per la sua incolumità, non sapendo come uscire da questa delicata situazione, si è rivolta agli agenti del Commissariato di polizia di Osimo che, in poco più di 24 ore, hanno posto fine a quell’odissea in cui da 4 mesi, suo malgrado, si è trovata catapultata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All’uomo è stato formalmente notificato un provvedimento di ammonimento emesso dal Questore di Ancona, Claudio Cracovia, con il quale gli è stato intimato di astenersi da ogni interferenza sulla vita della donna perché, in caso contrario, si procederà nei suoi confronti, indipendentemente dalla volontà della parte offesa, per il reato di atti persecutori punito con pene molto severe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento