rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca

Datore di lavoro ossessionato: la vita dell'ex dipendente diventa un incubo

La donna è stata costretta a licenziarsi dopo qualche mese e lui ha iniziato a pedinarla

ANCONA - Ammonito dalla polizia uno stalker sessantenne anconetano. La vittima, una 45enne del posto, aveva iniziato a lavorare con l'uomo ma dopo pochi mesi, vedendo i suoi atteggiamenti, aveva deciso di licenziarsi. ll messaggio che non ci sarebbe stata una storia era chiaro da parte di lei. L'uomo però, al contrario, ha iniziato a pedinarla e a perseguitarla fino a minacciare gesti estremi se l'avesse rifiutato. 

Alla fine, temendo per lei e per l'inculuminità della sua famiglia, ha deciso di rivolgersi alla polizia. Al termine dell’attività istruttoria, il questore Cesare Capocasa ha emesso il provvedimento dell’ammonimento notificato in queste ore al 60enne. 

Gli è stato quindi intimato di interrompere ogni tipo di contatto e condotta lesiva. «La misura di prevenzione - fanno sapere dalla questura - costituisce un efficace deterrente volto a contrastare il fenomeno di condotte ossessive e prevaricatrici, prima che degenerino e si concretizzino in azioni violente, sia di tipo fisico che di tipo psicologico e consente, in caso di violazione dell’ordine del Questore, di procedere alla denuncia d’ufficio, ovvero senza costringere la parte offesa a rivivere e ripercorrere le tappe dello stalking.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Datore di lavoro ossessionato: la vita dell'ex dipendente diventa un incubo

AnconaToday è in caricamento