Pedinamenti, telefonate e sms minatori alla ex: stalker arrestato sotto casa della suocera

Blitz notturno dei carabinieri, in manette un 36enne che non accettava la fine della relazione con una 27enne: nonostante l'avesse già denunciato, ha continuato a perseguitarla

foto d'archivio

Nonostante il giudice gli avesse impedito di avvicinarsi all’ex fidanzata, lui ha continuato a stalkerizzarla, tempestandola di telefonate e messaggi vocali. Si è ripetutamente presentato sotto casa sua e del nuovo fidanzato di lei e perfino davanti all’abitazione dell’ex suocera, a Palombina.

E’ qui che nella notte tra lunedì e martedì i carabinieri di Collemarino, guidati dal comandante Giuseppe Colasanto, hanno arrestato il 36enne jesino, ora rinchiuso in carcere a Montacuto. La vittima, una 27enne falconarese, l’aveva denunciato a inizio settembre perché le stava rovinando la vita: la perseguitava, la pedinava, non smetteva di chiamarla e di scriverle messaggi minatori e ingiuriosi. Tutto perché non accettava la fine della loro love story.

Accecato dalla gelosia, lo stalker ha continuato a presentarsi sotto casa sua, noncurante del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla ragazza, imposto appena 10 giorni prima dal gip Carlo Cimini. Lunedì notte, attorno alle 2,30, i carabinieri l’hanno sorpreso mentre era chiuso nella sua auto, sotto casa della madre di lei: per questo è scattato l’arresto in flagranza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • Coronavirus, altri 2 tamponi positivi: salgono a 3 i casi nelle Marche

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

Torna su
AnconaToday è in caricamento