Cronaca

Arrestato perchè picchiava la compagna, finisce di nuovo in manette per stalking

L'uomo ha continuato a pedinarla e minacciarla. Per lui scattato di nuovo l'arresto

foto di repertorio

ANCONA - Non è bastato il divieto di avvicinamento applicato a seguito del suo arresto avvenuto lo scorso novembre a far desistere un sessantenne anconetano, autore di una cruenta aggressione che aveva costretto la sua vittima, una donna trentaseienne di origine bulgara, in ospedale per una brutta frattura alla mandibola e diverse ecchimosi al viso e sul corpo.

Dopo il grave episodio, l’uomo non condividendo la fine di una rapporto sentimentale con la donna, ha continuato imperterrito a pedinarla ed a tempestarla di messaggi e telefonate minacciose causandole ansia e paura per la sua incolumità a tal punto da costringerla a cambiare le sua abitudini di vita. Per questi motivi, ieri, i Carabinieri della Stazione di Collemarino, lo hanno arrestato su esecuzione di un ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere emessa dal GIP Carlo Cimini. Lo stalker è stato portato presso il carcere di Montacuto, dove tutt’ora si trova a disposizione dell’A.G i in attesa del previsto interrogatorio di garanzia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato perchè picchiava la compagna, finisce di nuovo in manette per stalking

AnconaToday è in caricamento