menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo studio di un medico - Foto di repertorio Credit Infophoto

Lo studio di un medico - Foto di repertorio Credit Infophoto

Piano, muoversi al meglio nel Servizio Sanitario: nasce lo sportello di orientamento

Il progetto prende il nome di "Healtcare for everyone" ed è uno sportello di orientamento sanitario in via macerata dove chiunque può rivolgersi per comprendere come accedere al meglio alle cure del SSN

Uno sportello di orientamento sanitario all'interno dello Spazio Comune Heval, in via Macerata. Nasce “Healtcare for everyone" , lo sportello che si rivolge alle fasce più disagiate della società, migranti e non solo, mettendo a conoscenza degli utenti le reali possibilità offerte dal Servizio Sanitario Nazionale. Sabato 11 giugno, in via Macerata 22 ad Ancona, è diventato operativo il progetto, che utilizza in piena autonomia la sede proprietà di Rifondazione Comunista e vuole essere un punto di riferimento sociale e politico, un luogo di inclusione, di rivendicazione e pratica quotidiana, di mutualismo che si contrappone all'egoismo e alla frammentazione che sempre più attanaglia la nostra società. Fanno capo a questo luogo realtà e progetti che riguardano i temi dell'integrazione ed inclusione sociale: la polisportiva antirazzista “Assata Shakur”, la scuola calcio popolare “Ancona Respect”, lo sportello di consulenza legale per i migranti e diversi altri che man mano si stanno aggiungendo. All'interno di questo contesto oggi si avvia una nuova esperienza, per la prima volta nella nostra città, che vuole garantire a tutti ed a tutte, in particolar modo ai migranti, l'accesso alle cure mediche.

In particolare Healtcare for everyone è uno sportello di orientamento sanitario dove chiunque può rivolgersi per comprendere come poter accedere alle cure del Servizio Sanitario Nazionale (SSN). Purtroppo, infatti, nonostante la legislazione italiana sia abbastanza chiara nel garantire a tutti gli individui che siano sul suolo nazionale le cure mediche “essenziali, ancorché continuative”, di fatto questo non avviene per una serie di problematiche, prime tra tutte quelle burocratiche e di comunicazione efficace con i soggetti più svantaggiati, vedi migranti irregolari. Quindi molto spesso capita che le persone non siano neanche a conoscenza delle possibilità che (almeno teoricamente e secondo legge) il SSN offrirebbe loro e dunque, spesso ai margini, sono escluse dalle cure, specie quelle di base, ginecologiche e pediatriche. Dunque lo scopo dello sportello, da tenere aperto almeno una volta alla settimana, è quello di mettere a conoscenza degli utenti le reali possibilità che il SSN può offrirgli sotto il profilo dell'assistenza sanitaria. Inoltre, il compito dei volontari dello sportello dovrà essere quello di costituire un vero e proprio laboratorio che si occupi di produrre materiale informativo da distribuire nei punti nevralgici della città ed in varie lingue, in modo da dare alla popolazione migrante più informazioni possibili in merito a queste tematiche. Questo laboratorio dovrà essere anche in grado di sollecitare gli uffici della ASUR locale affinché tutte le pratiche siano svolte nella maniera più scorrevole e agevole possibile. Prossimamente saranno organizzate alcune giornate di formazione ed auto-formazione riguardo alla legislazione sanitaria e all'approccio con i migranti che saranno organizzate a breve.Venerdì 17 giugno alle ore 18:30 si terrà l'inaugurazione ufficiale dello sportello nel corso del quale interverranno alcuni operatori sanitari. Al termine sarà offerto un aperitivo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento