Cronaca

Femminicidio: avvocati e psicologi insieme per il progetto "Donne e Diritti"

"Noi crediamo che il silenzio delle donne vittime di violenza debba fare più rumore". Per questo lo studio di Tommaso Rossi, Gaetano Papa e Valentina Copparoni "aprono" uno sportello per assistenza legale e psicologica

Si parla molto di femminicidio e di violenza sulle donne. Tanto che anche di recente il Parlamento ha varato la così detta “Legge sul femminicidio” che ha modificato alcune norme in materia di codice e procedura penale, prevedendo in particolare: l'aumento di un terzo della pena prevista per violenze a danno di donne incinta, partners e coniuge (anche ex); l'impossibilità della remissione di querela (sai processuale che extraprocessuale) nei casi di stalking, per sottrarre la vittima all'intimidazione dell'aguzzino.

Fatti che richiedono una sempre maggiore attenzione al problema e che hanno portato ad Ancona alla nascita del progetto “Donne e Diritti”. In cosa consiste? Nella creazione di un vero sportello che vuole rispondere ai tanti e variegati casi di violenza sulle donne e che possono configurarsi in diversi tipi di reati: minacce, maltrattamenti in famiglia, stalking, violenza sessuale, lesioni, percosse. Per questo il progetto prevede un supporto che è sia legale, che psicologico. Un sostegno che accompagna la vittima di abusi in un doppio percorso. Da una parte la professionalità in campo legale dello studio Tommaso Rossi-Gaetano Papa-Valentina Copparoni. Dall'altra la parte che proprio l'avvocato Tommaso Rossi ha definito “forse la più importante, cioè quella del sostegno psicologico” tramite il centro specialistico “Pegaso Psicologia”, diretto dal prof. Alessandro Suardi.

“Il vero calvario delle vittime – si legge nel progetto degli avvocati ossi, Papa e Copparoni – in questi casi è strisciante, nascosto, vissuto dentro un cuore e una mente che si trovano a far fronte ad una esplosione potentissima e alla ricostruzione del fatto. Una donna, la sua famiglia, e anche l'avvocato hanno un ruolo delicatissimo nel difficile compito di ricostruire un episodio di violenza di genere”. Ecco perchè diventa fondamentale per gli avvocati sostenere la donna in modo efficace, sia sotto il profilo legale che umano e farlo in tribunale ma anche al di fuori.

Ma il progetto, che vede la sinergia tra lo studio legale Rossi-Papa-Copparoni e l'equipe di Alessandro Suardi, si è posto un obiettivo anche più grande. Non solo intervenire di fronte al fatto consumato, che si è conclamato come reato penale. Ma anche prima, quando nelle mura di casa, troppo spesso si hanno quelle avvisaglie che sono il campanello di allarme e che, intervenendo, potrebbero prevenire l'acme dei casi di violenza di genere.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Femminicidio: avvocati e psicologi insieme per il progetto "Donne e Diritti"

AnconaToday è in caricamento