rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca Castelfidardo

Sport e lettura, gli studenti dell’Istituto Laeng-Meucci vincono il contest nazionale

Tutto è partito dall’invito a prendere parte all’iniziativa nazionale “Io leggo perchè” all’interno del contest “Il libro e lo sport per un futuro più inclusivo”. L’istituto fidardense arriva tra i primi 10 in Italia su 700 scuole

CASTELFIDARDO - Il valore intrinseco dello sport è senza dubbio l’inclusione. E gli studenti dell’Istituto Laeng-Meucci di Castefldiardo l’hanno raccontato nel migliore dei modi, tanto che si sono guadagnati la vittoria del contest nazionale “Il libro e lo sport per un futuro più inclusivo” all’interno del progetto “Io leggo perchè” indetto dall'Associazione Italiana Editori e sostenuto dal Ministero per la Cultura. 

Il progetto

I ragazzi dell’istituto fidardense hanno realizzato un lavoro articolato, corredato da testi e video prendendo ispirazione da alcuni protagonisti dello sport marchigiano e non solo. Ad esempio la classe 1ª C Itis ha incontrato Federico Morlacchi, campione paralimpico di nuoto, che ha presentato il suo libro “Nato per l’acqua”, mentre i ragazzi della 1ªA Liceo hanno approfondito, divisi in gruppi, i personaggi di Bebe Vio, Alex Zanardi e Muhammad Ali. E ancora: un gruppo nei studenti delle classi terze ha lavorato sul libro “Donne da ring” e, grazie al “Boxing Club” di Castelfidardo che ha aperto le sue porte alla scuola per la realizzazione e di un video.  Altrettanto hanno fatto i ragazzi di 4ª A Liceo con il pugile Charly Metonyekpon, campione italiano di pesi leggeri, tra l’altro ex studente del Laeng-Meucci. Mentre le classi terze liceo hanno intervistato Luisa Rizzitelli, fondatrice e presidente dell’Associazione Assist che si occupa dei diritti delle atlete e dello sport femminile e alcuni di loro hanno lavorato anche sul testo “Il peso dell’acqua” del campione di nuoto Gregorio Paltrinieri. Non poteva mancare un video su Javier Zanetti realizzato dalla 5ªA lsa. Così come un incontro con la campionessa di paradressage Federica Sileoni e uno con Alessia Polita, handbiker marchigiana che ha presentato il libro autobiografico “Ride through” con la sua toccante storia di rinascita dopo l’incidente che le ha cambiato la vita. Tutto il materiale raccolto è stato trasformato in una vera e propria trasmissione, sulla falsariga del format Rai “Il circolo degli anelli”. Il nome del progetto non poteva che ricalcare quello stesso modello: “Il circolo dei lettori - Sport inclusivi”. «Il risultato finale è stato superiore alle nostre aspettative - fanno sapere dalla scuola -: un prodotto ineguagliabile, che non poteva non essere riconosciuto dagli organizzatori del concorso. E così, siamo risultati tra le prime 10 scuole superiori di Italia su oltre 700 contest realizzati». In premio un buono spesa di mille euro da utilizzare nella libreria partner: Aleph di Castelfidardo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport e lettura, gli studenti dell’Istituto Laeng-Meucci vincono il contest nazionale

AnconaToday è in caricamento