Cronaca

Fileni "sponsor" per la piazzetta dedicata al sindaco dimenticato

Sarà dedicata a Orlando Mondaini, storico primo cittadino dal 1906, la futura piazza di Falconara Alta, in parte finanziata dall'azienda ovicola che ha deciso di investire in città

Orlando Mondaini

Il primo sindaco repubblicano della storia di Falconara, uno dei più longevi con 14 anni di mandati ininterrotti, avrà finalmente un suo spazio nella toponomastica cittadina. Strano ma vero, ma nessuno aveva mai pensato di dedicare un luogo a Orlando Mondaini, fascia tricolore dell'Edera in pieno Regno d'Italia tra il 1906 e il 1920, quando si dimise per protesta contro le prime incursioni fasciste. Anni "eroici" in cui dal borgo in collina, Falconara iniziò a popolarsi anche sul mare. Mondaini fondò il Mutuo Soccorso, fece costruire una scuola elementare, i due cavalcavia, introdusse la luce elettrica e tanti altri servizi contribuendo a far diventare Falconara una gettonatissima meta turistica. Caduto quasi nel dimenticatoio, l'ora di Mondaini sembra essere finalmente arrivata. Grazia a una serie di situazioni concomitanti che hanno messo d'accordo volontà del Comune e dei privati. Il nome di Mondaini è stato chiesto per primo dalla proprietaria dell'area (circa 110 metri quadrati) tra la Chiesa di Santa Maria delle Grazie e le vie Gori e Andrea Costa. Una lontana parente dello storico personaggio cittadino proprietaria dell'area e del fabbricato fatiscente, rimasto danneggiato dopo il terremoto del 1972. Proprio il legame parentale ha indotto la proprietaria a chiedere, impegno non ufficiale, l'intitolazione a Mondaini per portare a compimento la compravendita: 50mila euro anziché i 62mila calcolati dall'Agenzia delle Entrate per l'esproprio. Pare che lo sconto sia stato accordato proprio grazie all'intitolazione. 

Il Comune riuscirà a sfruttare anche altri soldi extra e di provienienza privata. Quelli di Giovanni Fileni, imprenditore agricolo che proprio da qualche mese ha rilevato alcuni allevamenti di bovini e suini in zona Poiole. La Fileni ha chiesto il cambio di destinazione per avviare allevamenti di polli, sia biologici che convenzionali, e si è detta propensa a sponsorizzare un'opera pubblica. Una donazione di 50mila euro con i quali, inizialmente, la giunta voleva acquisire un'area privata a monte di piazza Europa, attualmente incolta. Trattativa che si è arenata causa decesso del proprietario e impennata della richiesta economica da parte degli eredi. Che fare? Saltata la trattativa, l'amministrazione comunale ha pensato di proporre a Fileni di dirottare la sua liberalità per la realizzazione di piazza Mondaini. L'imprenditore si occuperà del progetto definitivo e del primo stralcio. Il resto lo metterà il Comune nei prossimi anni. Un'opera molto contestata in consiglio comunale. La stessa variante al Prg, per destinare l'area a uso pubblico, è stata votata dalla sola maggioranza e con i voti contrari sia del Partito Democratico che di Cittadini in Comune. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fileni "sponsor" per la piazzetta dedicata al sindaco dimenticato

AnconaToday è in caricamento