Rifiuti a Mezzavalle, il Comitato boccia il Comune: «Altro che App, serve più cura»

Aspre critiche all'Amministrazione e al concessionario che si occupa di pulizia della spiaggia, presa d'assalto nel primo assaggio d'estate

Bocciato il Comune, ma anche il concessionario che si occupa della manutenzione e della pulizia della spiaggia. E’ categorico il giudizio del Comitato Mezzavalle Libera dopo il primo assaggio d’estate, con almeno 400 anconetani che hanno invaso Mezzavalle ieri, 2 giugno, festa della Repubblica. Su Facebook, il Comitato ha fatto il punto della situazione, sottolineando che «il distanziamento sociale autogestito è perfettamente riuscito senza App, stalli e vigilanza», ma ha evidenziato le criticità, a partire dai bagni chiusi con «persone costrette ad espletare i loro bisogni fisiologici tra i cespugli, perché per il Comune di Ancona è più igienico di un bagno non perfettamente sanificato, la spiaggia piena di rifiuti portati dal mare perché il concessionario che dovrebbe pulire non l'ha ancora fatto, niente boe di segnalazione a 300 metri per delimitare la zona di balneazione/navigazione (perché il concessionario non l'ha ancora fatto), con il risultato che le barche navigano ed ormeggiano vicino alla riva». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E ancora: «I sentieri che costeggiano la strada sono impraticabili perché pieni di vegetazione (poiché il concessionario non l'ha ancora fatto), con il risultato che le persone ed i bambini sono costretti a camminare a bordo strada in una brutta curva coperta prima di arrivare al sentiero che scende in spiaggia. La scalinata che dal parcheggio scambiatore comunale a monte porta alla strada superiore che conduce a Mezzavalle passando per il "sentiero delle querce" presenta molti tondini di ferro arrugginiti, che fuoriescono dal calcestruzzo - aggiungono dal Comitato -. Invece di spendere soldi in inutili App o stalli, si risolvano tutte quelle problematiche che realmente costituiscono un pericolo per la sicurezza e la salute dei cittadini. In genere siamo soliti fare un bilancio a fine estate, ma quest'anno un po’ per l'eccezionalità del Covid-19, un po’ perché la stagione è partita molto male con tanti problemi ed incertezze, un po’ perché siamo alla fine dell'anno scolastico, sentiamo la necessità di stilare una sintetica pagella a tutti i soggetti che a vario titolo frequentano o hanno delle responsabilità della spiaggia più amata della Riviera del Conero». Ed ecco, allora, i voti: «Mezzavalle 10, frequentatori 8, Marche Global Service bocciato, Comune di Ancona bocciato». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

  • Reparti Covid sold out a Torrette, scatta il blocco delle ferie per infermieri e Oss

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento