Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

La corrente le porta in un punto dove non si tocca, due ragazzi di Torrette si tuffano ed evitano la tragedia

Il bellissimo gesto di Nicolas e Lorenzo, che attirati dalle grida di aiuto di una ragazza in difficoltà insieme alle due sorelline (spinte dalle onde vicino alla scogliera), riescono a riportarle a riva

ANCONA – Le urla che provengono a qualche decina di metri dalla riva, per attirare l’attenzione di qualcuno in grado di poter intervenire. Quindi la scelta di due ragazzi di Torrette, che non ci hanno pensato un attimo a buttarsi in mare, raggiungendo due ragazze ed una bambina in difficoltà nei pressi della scogliera. Una storia a lieto fine, quella riportata dal Resto del Carlino, che si sarebbe potuta anche trasformare in tragedia, evitata dal coraggio di Nicolas Fiorillo, 25 anni, e di Lorenzo Papili, 24, rapidi nello spostarsi dall’ombrellone in acqua e trarre in salvo le bagnanti in difficoltà.

Una famiglia cinese aveva deciso di godersi qualche ora di mare e, con l’arrivo delle temperature miti, di fare un bagno nel tratto della spiaggia libera di Torrette. Ma la corrente, apparentemente placida, aveva portato la ragazza di 25 anni di origine asiatica ed i suoi due fratellini, un bimbo piccolo munito di braccioli ed un’adolescente più o meno dodicenne, pericolosamente al largo, in prossimità della scogliera, in un punto in cui la profondità delle acque cresce e può così nascondere insidie.

Ad essere maggiormente in difficoltà era l’adolescente, che aveva cominciato pericolosamente ad ingerire acqua ed è stata trasportata a riva da Lorenzo, mentre Nicolas si è occupato della ragazza e del piccolo portandoli verso un punto dove era possibile tornare a “toccare”. Una volta ritornate sane e salve sulla spiaggia, hanno ringraziato i due ragazzi dorici che hanno dato prova di grande prontezza di riflessi e generosità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La corrente le porta in un punto dove non si tocca, due ragazzi di Torrette si tuffano ed evitano la tragedia
AnconaToday è in caricamento