Mercoledì, 23 Giugno 2021
Giovanni Zinni
Cronaca

Spese pazze, Zinni (FDI): "Si poteva chiarire molto prima, voglio essere ascoltato"

"Concorso in peculato? I capi d'imputazione che mi riguardano potevano essere chiariti senza arrivare a questo punto."

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

"Ho preso atto dei capi di imputazione - dice il Consigliere Regionale FDI AN Giovanni Zinni - che mi riguardano all'interno del procedimento per concorso in peculato nell'utilizzo dei fondi dei gruppi consiliari del Consiglio Regionale delle Marche. Francamente sono veramente rammaricato che gli inquirenti non abbiano ritenuto di sentirmi nell'espletamento delle indagini preliminari laddove avrei senz'altro chiarito la mia posizione. Ritengo di aver correttamente utilizzato i fondi del gruppo perchè ho le prove documentali che dimostrano il nesso con la mia corretta attività politico istituzionale. Alla luce di questa mia considerazione provvederò immediatamente a chiedere di essere sottoposto ad interrogatorio proprio perchè non avevo e non ho nulla da nascondere in relazione al mio operato. Ringrazio le innumerevoli attestazioni di stima e solidarietà che sto ricevendo."

Giovanni Zinni

Consigliere Regionale FDI AN

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spese pazze, Zinni (FDI): "Si poteva chiarire molto prima, voglio essere ascoltato"

AnconaToday è in caricamento