Cronaca

Spazi dell'oratorio per accogliere le aule scolastiche, arrivato il nulla osta del vescovo

Risultato ottenuto grazie alla disponibilità e senso di solidarietà degli amministratori del Comune di Maiolati Spontini e a tutta la comunità che si è resa umanamente disponibile ad accogliere gli alunni

Scuola media

MONTE ROBERTO - Dopo la chiusura della scuola secondaria di primo grado «G. Pascoli» dell'Istituto Comprensivo «B. Gigli» di Pianello Vallesina per vulnerabilità sismica dell'edificio. la giunta del sindaco Martelli aveva deliberato di trasferire l’insegnamento per le 12 classi della scuola Media nell'ala del nuovo polo scolastico di Moie, avviando senza alcun ritardo l'inizio dell'anno scolastico. Risultato ottenuto grazie alla disponibilità e senso di solidarietà degli amministratori del Comune di Maiolati Spontini e a tutta la comunità che si è resa umanamente disponibile ad accogliere gli alunni.

«Fin dallo scorso ottobre, ci siamo attivati per trovare una soluzione per l'anno scolastico 2020/21 che prevedesse il rientro dei 250 alunni a Pianello Vallesina - fa sapere ing. Melania Cannuccia, assessore ai Lavori pubblici e vice sindaco -. Due aule della scuola primaria saranno ospitate presso il plesso della scuola d’infanzia Collodi, altre quattro presso i locali dell'oratorio, altrettante presso gli spazi dell’ex scuola d’infanzia in via F.lli Cervi. Le dodici classi della Pascoli potranno così essere ridistribuite tra i due edifici “plesso A” e “plesso B” delle scuole Primarie (in Via Trento e via F.lli Cervi)». La soluzione deliberata potrà creare alcuni disagi, modesti e comprensibili ma l’obiettivo della Giunta Martelli è ricostruire l’intera comunità scolastica e prepararla per il nuovo anno d’insegnamento 2020/21: «Vorremmo ringraziare a nome di tutta l'Amministrazione comunale la comunità parrocchiale e la Diocesi di Jesi, perché hanno capito le difficoltà legate alla mancanza degli spazi per le attività scolastiche a causa dell'inagibilità della scuola media - aggiunge l'assessore -. Ringraziamo in particolare sua Eccellenza Mons. Gerardo Rocconi, per averci concesso il nulla osta per l'uso dell'oratorio e intraprendere il percorso di ospitalità, insieme al parroco Don Alberto Balducci».

Oramai giunti alle ultime fasi, gli atti saranno firmati venerdì 29 Maggio: «Grazie a questa disponibilità si è reso possibile il vantaggioso risultato di carattere logistico, soprattutto di elevato significato sociale per i cittadini di Monte Roberto, Castelbellino e San Paolo - sostiene Cannuccia -. Con l’assenso ottenuto dal parroco, dalla comunità parrocchiale e dal vescovo di ospitare ragazzi della scuola in un luogo sicuro come quello dell’oratorio si è restituita serenità a tutte le famiglie del territorio». Da un confronto tra Comune e Parrocchia è stato definito l'utilizzo delle aule, il mattino per la scuola e nel pomeriggio per le attività pastorali cercando di ridurre al minimo i disagi anche a bambini e ragazzi che ne usufruiscono per il catechismo e per le altre attività del gruppo giovani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spazi dell'oratorio per accogliere le aule scolastiche, arrivato il nulla osta del vescovo

AnconaToday è in caricamento